Sperlonga, morta dopo l’aggressione della collega nel parcheggio: fu omicidio volontario

parcheggio_multipiano_sperlongaparcheggio_multipiano_sperlonga

L’aggressione finita in tragedia lo scorso 16 giugno nel parcheggio multipiano di Sperlonga è stata omicidio volontario. Questa la conclusione a cui è arrivato il sostituto procuratore Luigia Spinelli che ha chiuso le indagini a carico della 45enne che aggredì la collega di Terracina, Anna Lucia Coviello, dopo una lite futile.

La donna fu ricoverata in gravi condizioni all’ospedale Santa Maria Goretti e morì dopo una settimana. La responsabile dell’aggressione si trovava già agli arresti domiciliari e adesso la sua situazione si è aggravata ulteriormente.

SHARE