Sgomberate le stalle abusive dei Di Silvio: cavalli custoditi sui terreni del Comune

cavalli-Di-Silvio
Le operazioni di sgombero sui terreni comunali.

Blitz contro la famiglia rom dei Di Silvio. Gli uomini della Polizia di Stato coordinati dalla Questura di Latina sono impegnati dalle prime ore della mattinata nelle operazioni di sgombero e abbattimento di alcune strutture abusive adibite a ricovero per cavalli. Tali terreni sono di proprietà del Comune. Evidentemente esponenti riconducibili agli stessi Di Silvio hanno occupato senza alcun titolo i terreni, li hanno recintati, per poi creare delle strutture peraltro fatiscenti per il ricovero degli equini.

Alle operazioni stanno partecipando oltre alla Polizia di Stato, il Corpo Forestale dello Stato, l’Azienda Sanitaria Locale – Servizio Veterinario, i Vigili del Fuoco e personale del Comune di Latina.

DETTAGLI DALLA QUESTURA – Nei terreni comunali riconducibili ai Di Silvio sono stati trovati 9 cavalli. Le stalle erano collocate in Via Copenaghen e in Via Gran Sasso d’Italia. Le strutture sono state realizzate con palizzate di legno e vecchie reti metalliche.

In Via Copenaghen è stata trovata una giovane puledra ed un altro equino rinchiuso, completamente al buio, sofferenti ed in pessime condizioni di salute. Condizioni che i veterinari sul posto hanno definito “incompatibili con la loro natura”.

Una sorte simile anche per i 7 cavalli trovati in Via Gran Sasso d’Italia, tutti rinchiusi in strutture fatiscenti. Sugli equini sono in corso le procedure mediche volte ad accertarne le condizioni di salute.

Il Corpo Forestale dello Stato sta prendendo in consegna gli animali: si sta procedendo al trasporto e al loro ricovero in strutture idonee.

SHARE