Scarti alimentari, a Cisterna lo chef Rosati tra i fornelli insegna a non sprecare la verdura

di Redazione – Prosegue il progetto Fa-Ri a Cisterna. Si è svolto lunedì sera il primo degli incontri con lo chef Roberto Rosati per imparare a riutilizzare gli scarti alimentari. Dalle 19, presso il ristorante “Il piacere del gusto”, lo chef ha incontrato oltre 50 persone tra cui molte famiglie indigenti e i rappresentanti del Consiglio Comunale Pierluigi Ianiri e Fabiolo Ferraiuolo. Presenti anche alcuni studenti dell’istituto Ramadù che stanno seguendo un progetto proprio sul riutilizzo degli scarti alimentari. Anche a loro lo chef Rosati ha insegnato come riutilizzare frutta e verdura e come possono essere conservati più a lungo conservando gusto e proprietà nutrizionali. Nei prossimi tre incontri in calendario si parlerà di volta in volta del riutilizzo del pesce, della carne, e di prodotti vari.

Il progetto Fa-Ri (Famiglia Riutilizza), promosso dall’Istituto per la Famiglia Onlus e finanziato dalla Regione Lazio con il patrocinio del Comune di Cisterna, sta riscontrato un ottimo successo di pubblico. “Ho riscontrato un grande interesse – afferma Carlo Rosmelli, responsabile dell’Istituto per la Famiglia – da parte dei numerosi partecipanti. Il progetto è assolutamente di attualità e unisce l’aspetto teorico a quello pratico”. Nel suo intervento Rosmelli ha ringraziato la disponibilità del ristorante “Il piacere del Gusto”, l’amministrazione comunale e il liceo Ramadù con i quali collabora per incentivare l’educazione al risparmio alimentare.

SCARTI ALIMENTARI, SUCCESSO PER IL CONVEGNO DI CISTERNA CONTRO LO SPRECO DI CIBO

SHARE