Sanità, a Latina 7 punti di primo intervento a rischio: in Regione chiarimenti sul destino dei PPI

Pronto Soccorso Cisterna

Si parlerà dei Punti di Primo Intervento domani, in Regione Lazio durante la seduta della Commissione Politiche Sociali e Salute. È previsto infatti l’intervento del direttore della sanità regionale Vincenzo Panella, chiamato a chiarire sulla situazione dei Punti di Primo soccorso e sui Pronto soccorso del Lazio. L’intervento di Panella segue il decesso di un malato nei corridoi del Pronto Soccorso dell’Ospedale San Camillo di Roma. Ma ci sarà modo anche di fare chiarezza sul destino dei Punti di Primo Intervento del Lazio. Sono 13 in tutto a rischiare lo smantellamento, di questi ben 7 sono in Provincia di Latina e sono a Cisterna, Cori, Priverno, Sezze, Sabaudia, Gaeta, Minturno.

“È intollerabile che questo smantellamento stia passando sotto silenzio e che i cittadini si troveranno costretti a percorrere decine di chilometri per raggiungere il primo centro in grado di fornire loro le cure in caso di urgenze – così Fabrizio Santori, esponente di FdI alla Pisana – Ascolteremo la relazione di Panella e spero sia sensibile alle perplessità e ai timori che i cittadini ci segnalano rispetto a un taglio indecente dei servizi sanitari essenziali effettuati dalla Giunta Zingaretti e dal Ministro Lorenzin che porta a vergognosi episodi come quelli del San Camillo dove viene calpestata la dignità del malato e offesi i suoi diritti più elementari”.

SHARE