Sabaudia fucina di atleti: premiate le realtà sportive locali

lo sport si accende
La manifestazione "Lo sport si accende"

Sabaudia città dello sport di ieri oggi e domani. Nei giorni scorsi, presso l’Oasi di Kufra, si è tenuta la manifestazione Lo Sport si accende. L’evento, organizzato dal comitato Sabaudia per lo Sport ha avuto lo scopo di omaggiare e rendere onore agli atleti locali che nel corso dell’anno si sono particolarmente distinti.

Otto le borse di studio assegnate agli atleti-studenti che si sono dedicati con costanza e abnegazione alla pratica sportiva senza togliere spazio alle attività di studio. Sono stati premiati: Valentina Maracchioni (Fiamme Gialle) e Leonardo Nalesso (Asd The Core) per gli sport d’acqua anno 2006; Gaia Cimaroli e Francesco Tufano (Asd Team Iadevaia Taekwondo) per gli sport di terra anno 2006; Chiara Toselli e Federico Pili (Fiamme Gialle) per gli sport d’acqua anno 2003; Giulia Sacchetto (Asd Team Iadevaia Kickboxing) e Simone Tarozzi (Asd Pallacanestro Sabaudia) per gli sport di terra anno 2003.

Il premio miglior atleta under 18 è stato assegnato a Camilla Cattaneo e Gabriele D’Alfonsi (Fiamme Gialle), mentre quello per miglior atleta over 18 a Sarah Tovo (Asd The Core) e Raffaele Giulivo (Marina Militare). Conferito un riconoscimento anche al miglior allenatore dell’anno: la scelta è ricaduta sulla coppia Domenico Soale e Gioia Cerasoli.

Il premio collettivo, forse il più atteso, per la migliore società dell’anno, è stato assegnato all’Asd Atletica Sabaudia. Soddisfatto ed emozionato il presidente Antonello Cipullo che ha definito la rassegna come “una sorta di Pallone d’oro dello sport locale. La nostra – ha dichiarato Cipullo – è una squadra nata per scommessa e oggi risulta tra le più numerose di tutte la Regione. Difficilmente sforneremo campioni assoluti, piuttosto proponiamo passione da vendere”.

I riconoscimenti alle associazioni sportive sono stati assegnati a: The Core, Pallacanestro Sabaudia, CSRP Vodice Pallavolo, ArtMaison, MTB Zicchieri Sabaudia, Project Bike Sabaudia, Sabaudia Pallavolo, Il Sole, GSI – Gruppo Sportivo Italiano, Tuna Club Sabaudia, Sporting Calcio Vodice, Karate Pontino, Team Iadevaia, Sabaudia Scuola Calcio Pesce Simone. Assegnate anche delle menzioni speciali, andate al Gruppo Donne in Rosa della Lilt, a La Rete e a Mirko Reginaldi. I riconoscimenti ai gruppi sportivi militari sono stati conferiti a Fiamme Oro – Polizia di Stato, Gruppo Sportivo Carabinieri, Fiamme Gialle – Guardia di Finanza, Marina Militare.

Nel corso della cerimonia di premiazione, il comitato promotore Sabaudia per lo Sport ha voluto rendere omaggio agli atleti professionisti che hanno portato alla ribalta internazionale il nome della città di Sabaudia, grazie agli ottimi risultati ottenuti nei rispettivi campionati. Per il primo posto conquistato ai campionati di ciclismo femminile di Albi, in Francia, è stata premiata Elisa Rigon; per le medaglie ottenute al mondiale di canottaggio di Sarasota in Florida (Usa), premiati Matteo Lodo e Mario Paonessa delle Fiamme Gialle, Emanuele Liuzzi, Matteo Castaldo e Marco Di Costanzo delle Fiamme Oro e Giovanni Abagnale della Marina Militare, Stefano Oppo del Gruppo Sportivo Carabinieri; per le medaglie ottenute al mondiale di canoa/kayak di Račice, in Repubblica Ceca, premiati Sergiu Craciu e Carlo Tacchini delle Fiamme Oro, Susanna Cicali delle Fiamme Azzurre e Nicolae Craciu del Circolo Canottieri Aniene.

“Vorrei ringraziare tutti gli intervenuti alla cerimonia di premiazione e gli sponsor che hanno contribuito alla sua realizzazione – ha commentato il presidente del comitato Silvio La Macchia –. Celebrare lo sport omaggiando i campioni della nostra città, deve diventare una felice tradizione di questo territorio. Il nostro impegno si sta muovendo in tal senso e la grande partecipazione di ieri sera è la dimostrazione che siamo sulla strada giusta”. E continua: “La storia ci consegna una Sabaudia terra d’accoglienza, oggi quel suo spirito di inclusione la città lo riversa sullo sport, riservando ospitalità e affetto ai tanti sportivi che la scelgono per gli allenamenti e la preparazione ai diversi campionati. Sabaudia oramai è conosciuta in tutto il mondo per le imprese eroiche dei suoi atleti ed è giusto che questi ricevano il sostegno e l’omaggio di tutta la comunità. Soprattutto perché sono da esempio per quelle generazioni che già si sono affidate alla pratica sportiva quale sano strumento di crescita”.

SHARE