Rome & You: bello o brutto, l’importante è che il logo funzioni

di Francesco Miscioscia – Nelle ultime ore si sta parlando tanto, e anche a sproposito, del nuovo logo di Roma. “RoMe & You” che verrà utilizzato per la promozione all’estero e punta l’accento sull’ospitalità e sull’integrazione tra città e persone.

Sia ben chiaro che quello presentato dal sindaco Ignazio Marino non è il simbolo di Roma Capitale, bensì il marchio commerciale della città, che sarà presente nelle fiere e negli spazi pubblicitari negli altri Paesi d’Europa e del Mondo.

Ecco spiegato dunque l’abbandono dell’italiano, in favore dell’inglese, lingua globale. E’ fuorviante la polemica, prettamente politica, basata sull’assenza della lupa e dell’acronimo S.P.Q.R., elementi tanto cari ai romani quanto indifferenti per la stragrande maggioranza dei turisti stranieri. E proprio i politici, che titolarità hanno di giudicare un logo: non sono mica esperti in comunicazione? Se lo fossero non si rivolgerebbero ad altri per curare la propria immagine e le proprie campagne elettorali. Vero che ognuno è libero di esprimere il proprio parere, ma tutto deve essere analizzato sulla base delle finalità del lavoro. In questo caso dire “mi piace” non è corretto. In comunicazione la questione è “funziona” o “non funziona”?

Per quanto riguarda “RoMe & You” è innegabile che… Continua a leggere su Marketicando 

SHARE
Un uomo con il pallino della comunicazione da sempre. In pratica dal 1981 Fondatore e Presidente della Francesco Miscioscia Adv srl. Oggi consulente strategico e operativo di marketing politico svolge per le aree di gestione e comunicazione un’intensa attività su tutto il territorio nazionale ... Continua a leggere