“Renzi è peggio del Duce”, le parole del presidente Anpi Latina riaccendono le polemiche

La foto che ha scatenato le polemiche postata su Twitter da @danielecina

Matteo Renzi mette d’accordo Forza Nuova e ANPI che ieri, fuori al Supercinema di Latina, protestavano insieme contro il premier e contro la Riforma costituzionale.

In realtà in comune c’erano solo gli spazi, mentre i comizi erano distinti, ma è bastata qualche foto sui social dove si vedevano i partigiani pontini vicini alle bandiere di Forza Nuova per far scattare la polemica.

“Vedere l’Anpi in piazza con Forza Nuova fa rabbrividire. Sono senza parole. Davvero #Latina #piazzadelNo” ha commentato la deputata PD, Alessia Morani, su Twitter.

A lei, e ad altri che hanno cavalcato la notizia, ha risposto la Presidente ANPI della Provincia di Latina, Ada Filosa che ha rigettato “categoricamente che l’ANPI, portatrice dei valori dell’antifascismo e della Resistenza, possa essere accomunata alle forze neofasciste. Ieri a Latina la Sezione cittadina ANPI, che ha ritenuto di essere presente alla iniziativa davanti al Supercinema, era distante dai locali gruppi neofascisti”.

La Filosa ha anche ribadito che “la battaglia in corso non è contro il Governo Renzi, ma per un NO fermo alla Riforma costituzionale. Ogni eventuale, estemporanea dichiarazione proveniente da iscritti all’ANPI che contrasti con questa posizione è da ritenersi esclusivamente personale”.

Ma questo non è bastato a fermare le critiche, anche perché poco fa sempre la Morani ha rilanciato sul suo account Twitter un video (di Daniele Cinà) in cui il presidente comunale dell’Anpi Latina, Giancarlo Luciani, paragona Matteo Renzi al Duce. “Renzi è un ducetto che vuole sopravvivere. È peggio del duce e lo dico io che sono il presidente comunale dell’Anpi, Luciani Giancarlo”.

Alla Morani, che aveva iniziato il coro di critiche, il presidente Anpi Latina ha inviato una mail con un messaggio molto chiaro che la vicecapogruppo del Pd alla Camera ha postato su Facebook e che riportiamo integralmente: “Buonasera signora Morani, sono Luciani Giancarlo presidente del circolo ANPI di Latina Severino Spaccatrosi. Ho letto il suo intervento su un social media riportato adesso sul sito di Repubblica on line che per comodità e brevità di comunicazione le rimando in ipertestuale sotto il messaggio. È mia opinione da cittadino che ogni persona adulta in pienezza della proprie facoltà è responsabile di quello che fa, dice e diffonde nel bene e nel male. Lei nel suo ruolo istituzionale, a mio parere, dovrebbe avere un comportamento molto più sobrio e non da caciara da stadio e attivare la macchina del fango, senza un doveroso riscontro, in maniera gratuita. Io ieri sera ero a tenere il bandone in questione nel gruppo che è stato ripreso dai media locali e rimbalzato in assise nazionale. Come ampiamente dimostrato da altri filmati foto e interviste oggettive quanto da lei sobillato (è la parola idonea) è palesemente falso. Quindi le chiedo in prima istanza di fare una dichiarazione di rientro che neghi quanto da lei affermato, con una rettifica della sua comunicazione, per la difesa e l’onorabilità dell’organizzazione che modestamente cerco di rappresentare e della mia persona come libero cittadino. La invito a contattarmi al mio telefono dopo aver rilasciato agli organi di stampa quanto da me richiesto. Se lei dovesse soprassedere quanto richiestole in tempi brevissimi (al massimo in serata) mi avvarrò di tutte le vie per tutelare la mia persona e l’organizzazione che rappresento nella mia città. Rimango in attesa di un suo riscontro. Cordialità Giancarlo Luciani”.

Sempre su Twitter, la deputata PD ha chiesto a Carlo Smuraglia, presidente nazionale Anpi, le dimissioni del presidente dell’Anpi Latina

 

SHARE