Renzi arruola Montezemolo: altro che rottamatore, il premier rincorre il potere finanziario

di Francesco Miscioscia – Matteo Renzi continua a dimostrarsi un rottamatore solo a chiacchiere. Alla prova dei fatti si dimostra invece il più conservatore di tutti. La sua politica fatta di accordi sottobanco, di nomine e incarichi agli amichetti di turno e agli esponenti dei poteri forti non si smentisce. Ora tocca a Luca di Montezemolo, già presidente di Fiat e Ferrari e numero uno di Confindustria, entrare nella squadra del premier. Secondo quanto riporta il Corriere della Sera, il manager sarà il consigliere personale di Matteo Renzi con il compito di attirare gli invertitori stranieri e di promuovere il Made in Italy. Un incarico simile era ricoperto nell’ultimo periodo da Andrea Guerra, ex ad di Luxottica a titolo gratuito.

L’incarico per Luca di Montezemolo cammina parallelamente all’approvazione del decreto Investment compact, una normativa che dovrebbe rappresentare una garanzia per le imprese straniere che investono in Italia, soprattutto quelle del settore dell’innovazione, contro i cambiamenti di regole fiscali imprevisti.

Il decreto in sè rappresenta un primo passo da parte del governo verso le imprese, ma fa storcere il naso… Continua a leggere su Marketicando

SHARE