Qualità della vita, disastro Latina: 76° posto, va malissimo la sanità

Ospedale Santa Maria Goretti di Latina
L'Ospedale Santa Maria Goretti di Latina

Latina scivola al 76° posto nella classifica della qualità della vita. Lo dice la consueta ricerca condotta da ItaliaOggi con l’Università La Sapienza di Roma.

L’indagine è una rilevazione basata su vari parametri: affari e lavoro, ambiente, criminalità, disagio sociale e personale, popolazione, servizi finanziari e scolastici, stiema salute, tempo libero, tenore di vita. In totale Latina ha 293 punti, e passa dalla 63° posizione alla 76° su 110.

Latina spicca per i risultati nagativi nella classifica dedicata al sistema salute: è terzultima, (108°)  facendo meglio solo di Agrigento e Fermo, e con un performance peggiore addirittura dello scorso anno quando era 105°. A questo risultato contribuisce soprattutto la cronica mancanza di posti letto nelle strutture sanitarie della Provincia. Male anche i servizi finanziari, dove è 91°, sul fondo della classifica, unica città del centro in compagnia delle province del sud. E va peggio l’ambiente, dove Latina si posiziona al 97° posto.

In affari e lavoro la provincia pontina è 81°. Anche in quanto a criminalità le cose vanno decisamente male: Latina è 89°, anche se il dato è in lieve miglioramento rispetto all’anno scorso quando era 92°. Bene invece il settore del disagio sociale dove Latina si piazza 19°. Ancora meglio nell’indagine dedicata alla popolazione dove è 7°. Latina si riporta a metà classifica nel settore tempo libero e turismo dove è 67°, mentre è 70° nell’indagine dedicata al tenore di vita.

Tornando alla classifica generale, sul podio ci sono Mantova (che totalizza 1000), seguono Trento e Belluno, con Mantova che scalza Trento prima da 2011. Sul fondo Napoli, Siracusa e Crotone.

Rispetto alle altre province del Lazio, Latina fa meglio di Frosinone e Roma (rispettivamente 87° e 88°) Si vive decisamente meglio a Rieti (46°) e a Viterbo (63°), entrambe stabili rispetto allo scorso anno.

SHARE