Al via sabato 28 gennaio il primo incontro del progetto di studi Ippocrate per il 2017 dal titolo “Dialoghi sulla sanità pontina sulla gestione del rischio sanitario. Uso ed abuso della notizia giornalistica”. L’iniziativa a cura dell’Asl di Latina, dell’Associazione Stampa Romana e dell’Associazione Progetto Futuro di Nadia Virgini propone un concreto confronto tra vertici locali delle professioni sanitarie e dell’informazione.

Un progetto pilota che farà sedere allo stesso tavolo medici e giornalisti, due categorie notoriamente in disaccordo sulle modalità dell’uso o dell’abuso della notizie di malasanità, per una serie di seminari con l’obiettivo di informare correttamente i cittadini e i pazienti pontini delle disfunzioni ma anche delle eccellenze della sanità locale.

Il dibattito sarà alimentato da un gruppo di giuristi che sottoporrà alla discussione di medici e dei giornalisti alcuni casi giudiziari di malasanità pontina terminati con la condanna dei sanitari e delle strutture sanitarie.

Il ciclo di seminari si terrà presso la Sala Conferenze del Santa Maria Goretti, saranno aperti al pubblico e tutti i cittadini potranno intervenire per esporre il loro approccio con la sanità e assegneranno crediti formativi a medici e giornalisti.

Nello specifico, durante l’incontro di sabato 28 gennaio, Carla Vecchiotti, professoressa dell’Università “La Sapienza” di Roma e genetista di fama internazionale, esporrà il calendario dei casi trattati personalmente che saranno oggetto di studio per i contrasti medici e mediatici: omicidio di Meredith Kercher a Perugia; il collezionista di ossa della Magliana; il caso del DNA di Ghira dell’omicidio del Circeo; la scomparsa di Emanuela Orlandi; l’omicidio Cesaroni di Via Poma a Roma; la violenza sessuale al parco della Caffarella a Roma.

Stefano Savino interverrà su l’evoluzione della professione medica; Lidano Grassucci mutamenti sociali nel rapporto medico paziente; Giovanni Del Giaccio, le criticità della sanità pontina; Renato Matterelli, l’evoluzione della responsabilità sanitaria. Porterà i saluti dell’associazione Stampa romana, Gaetano Coppola.