Priverno, il PD cittadino verso il commissariamento. Delogu chiede continuità a Polichetti

di Giusy Cavallo – Se il PD di Priverno rischia seriamente il commissariamento, l’ormai ex sindaco Delogu invita al dialogo e alla massima collaborazione con il commissario Polichetti. A Priverno la situazione politica è sempre meno chiara: il Partito Democratico è praticamente spezzato in due con i seguaci dell’ex sindaco Bilancia da una parte e i fedeli del neo segretario Ronci dall’altra. Ogni fazione ha da rinfacciare qualcosa all’altra più o meno velatamente e, anzi, è molto chiara Anna Maria Bilancia quando chiede le dimissioni di Ronci per “aver gestito questa delicata situazione nel peggiore dei modi e aver determinato, come primo atto del suo mandato, l’azione peggiore che un partito possa compiere ovvero la caduta della sua Amministrazione”.

Dall’altra parte il segretario del circolo cittadino non ci sta a passare per il capro espiratorio della questione soprattutto senza che nessuno abbia ascoltato il suo punto di vista.

Comunque la Direzione provinciale del PD si riunirà venerdì prossimo e avrà come punto di partenza la decisione della Commissione di garanzia che ha dato parere positivo sul commissariamento del partito di Priverno proprio a partire dalla richiesta della Bilancia.

Intanto Delogu apre alla collaborazione con il commissario “accolgo con grande favore l’invito rivolto alla città dal Commissario prefettizio. Io sono a completa disposizione e sono pronto a dare il mio modesto contributo” ha scritto l’ex sindaco su Facebook.

“Spero che le tante cose, i tanti progetti, i molti finanziamenti, gli importanti lavori che avevamo in cantiere non vadano perduti. Lavorerò perché anche in questo periodo difficile ci sia una continuità, ci sia il minor disagio possibile per i cittadini. Mi auguro anch’io che tutte le forze politiche, associative, le tante realtà della città facciano lo stesso e possa restare vivo quello spirito propositivo e positivo che avevamo provato a riattivare in questo anno e mezzo”.

*in foto Angelo Delogu e Stefano Fassina

PRIVERNO, CRONACA DI UNA CRISI ANNUNCIATA. RONCI RICOSTRUISCE I FATTI CHE HANNO PORTATO ALLA SFIDUCIA

SHARE