Priverno, Delogu azzera la giunta: ripartiamo da un nuovo patto di coalizione e un programma aggiornato

di Redazione – La questione delle cave ha diviso la giunta e già da qualche mese va avanti una crisi di governo a Priverno. Crisi che il sindaco Delogu è deciso a interrompere con un atto molto chiaro: l’azzerramento della giunta e il ritiro delle deleghe ai consiglieri. “Il confronto è indispensabile – spiega il primo cittadino -, ma deve svolgersi in tempi ragionevoli, perché c’è in gioco il destino dei nostri concittadini, cui dobbiamo sempre rendere conto. Tutti gli attori della coalizione concordano sul fatto che vada compiuto questo passaggio in tempi rapidi. Per cui oggi ho deciso di revocare tutti gli assessori e azzerare le deleghe dei consiglieri. Nei prossimi giorni nominerò la nuova Giunta e subito dopo presenterò un documento programmatico in Consiglio sul quale chiederò il rinnovo della fiducia”.

Priverno ricomincia da zero, quindi, dopo un anno e mezzo di Amministrazione Delogu ci sarà una nuova giunta che ripartirà da tre punti fondamentali già illustrati dal sindaco nei mesi scorsi: un nuovo patto di coalizione che con lealtà e rispetto reciproco ci portasse fino a fine mandato; un programma aggiornato con all’ordine del giorno raccolta rifiuti porta a porta; minore e più equa tassazione; riattivazione del patrimonio; maggiore cura della pulizia, manutenzione decoro urbano; nuova mobilità; sistema parcheggi più adeguato; spostamento dell’area Terminal; operatività di tutti gli strumenti urbanistici; risoluzione problema Multiservizi; e infine una nuova squadra di governo, con l’integrazione di componenti esterni che andranno individuati nella nostra area politica e che possano apportare esperienza e competenza, in particolare nei settori economico-finanziario e tecnico.

SHARE