Presenze e assenze, a gennaio la consigliera più assidua è Nicoletta Zuliani. In fondo Mansutti e Ialongo

di Eleonora Spagnolo – Nel mese di gennaio il Comune di Latina ha speso 29.775 euro per pagare i propri consiglieri per le loro presenze in Consiglio Comunale e nelle Commissioni di cui fanno parte. Se nel dicembre scorso il consigliere più presente risultava Gianni Chiarato, a gennaio la più assidua è Nicoletta Zuliani con 28 presenze. Tenuto conto che a gennaio sono stati convocati due consigli comunali, per ben 26 volte la Consigliera del PD si è recata nelle Commissioni di cui fa parte, cioè quella dedicata a Bilancio, Sanità, Viabilità, Commercio e Affari Istituzionali. Fausto Furlanetto si piazza al secondo gradino di questa classifica: presente in entrambi i consigli comunali, non ha fatto mancare il suo sostegno in 22 riunioni delle Commissioni delle quali è membro. Lascia la vetta ma rimane al terzo gradino del podio Gianni Chiarato, con 21 presenze tra Consiglio e Commissioni.

In fondo alla classifica in qualità di assenteisti si nota Andrea Palombo. Come a dicembre, anche a gennaio l’ex membro del PdL non si è mai visto tra gli uffici di Piazza del Popolo. Va ricordato che il 26 gennaio ha rassegnato le sue dimissioni cedendo il posto a Bruno Creo, il cui ingresso in Consiglio Comunale è stato ratificato nella seduta del 29 gennaio. In breve tempo Creo ha collezionato due presenze, una in Consiglio e una nelle Commissioni in cui ha sostituito Palombo. Due sono anche le presenze di Giorgio Ialongo, presente in entrambi i Consigli Comunali ma sempre assente in Commissione, nonostante faccia parte di quelle dedicate a Bilancio, Servizi sociali, Affari istituzionali, Trasparenza e Pianificazione Strategica. Come nel mese di dicembre, anche questa volta Ialongo “viaggia” in compagnia di Maurizio Mansutti, presente in un Consiglio e in una seduta di Commissione, nonostante sia iscritto a ben tre di queste. Non si nota per le sue presenze a Piazza del Popolo neppure Vincenzo Malvaso. Anche a gennaio il discusso Consigliere di Forza Italia conferma il trend di dicembre: solo cinque presenze, delle quali tre in Commissione.

Andando a scorgere tra i compensi, è bene ricordare che ogni gettone di presenza vale 92,96 euro, ma nessuno può prendere più di un quarto dell’indennità del Sindaco pari a 5.466,18 euro, indipendentemente dalle presenze. Detto questo, nel mese di gennaio si portano a casa il massimo possibile (1.366,54 euro), oltre ai primi tre (Zuliani, Furlanetto e Chiarato): Mauro Anzalone (18 presenze), Marino Di Girolamo, Omar Sarubbo e Raimondo Tiero (che collezionano 16 presenze), Marco Fuoco e Fabrizio Porcari (a quota 15 presenze).

 

SHARE