Ppe sospesi, per Cozzolino l’ennesima presa in giro

di Redazione – “L’ennesima presa in giro nei confronti dei cittadini”, così Alessandro Cozzolino ha definito la scelta di Di Giorgi di sospendere i piani particolareggiati per 45 giorni e di nominare una commissione di esperti che valuti la regolarità dei piani stessi. Al capogruppo del PD in Consiglio Comunale la decisione del Sindaco appare un modo per guadagnare tempo e per distogliere l’attenzione dell’opinione pubblica su un tema ancora più scottante, il pagamento della casa di Piazzale Carturan. “Per testimoniare l’avvenuto pagamento non ci vogliono 45 giorni, bastano 5 minuti. Ma su questo il sindaco ancora non proferisce parola”, è l’attacco di Alessandro Cozzolino, al quale evidentemente non basta la precisazione arrivata da Di Giorgi in merito al mutuo acceso per l’acquisto dell’immobile.

Per Cozzolino la scelta di affidarsi a una commissione esterna è una bocciatura nei confronti dell’ex assessore all’Urbanistica, Giuseppe Di Rubbo. “Queste sono responsabilità amministrative e politiche. Qualcuno dovrà pagare. In questa situazione nessuno si vuole prendere le sue responsabilità. Tutti scappano. Restano in silenzio. E rimandano a 45 giorni”, conclude Cozzolino.

Il PD non accetta di essere stato scavalcato sui piani particolareggiati, dal momento che le modifiche furono approvate dalla Giunta, escludendo qualsiasi confronto con l’opposizione. Sette mesi fa, nel Consiglio Comunale del 10 giugno, il dissenso del Partito Democratico fu espresso da Marco Fioravante, che chiedeva all’allora assessore Di Rubbo spiegazioni sul comportamento della Giunta che approvava le modifiche ai piani senza portarli in Commissione Urbanistica. “Io non capisco per quale motivo voi avete il piacere di mettere un cono d’ombra su questi comportamenti”, diceva Fioravante allora. “Le mie parole pronunciate nel consiglio comunale del 10 giugno 2014 oggi sono attualissime – dice oggi l’esponente del PD – Sette mesi fa chiedevo all’Assessore Di Rubbo perché la Giunta ha deciso di escludere le Commissioni ed il consiglio comunale dalla pianificazione strategica della città. Non si può decidere il futuro urbanistico di una città all’interno di una stanza con dieci persone”.

VARIANTE MALVASO, IL PD METTE ALLE STRETTE DI GIORGI: DIMOSTRI DI AVER PAGATO LA CASA DI PIAZZALE CARTURAN

VIA QUARTO E VARIANTE MALVASO, DI GIORGI E LA ROSA CORRONO AI RIPARI E DISPONGONO ACCERTAMENTI

VARIANTE MALVASO, IL PD INSORGE CONTRO DI GIORGI: SI DIMETTA, NON È PIÙ CREDIBILE. PRONTA LA MOZIONE DI SFIDUCIA

SHARE