Porto Foce Verde, Zaccheo vuole fare chiarezza e convoca una conferenza stampa

di Redazione – Anche l’ex sindaco di Latina Vincenzo Zaccheo interviene in merito al dibattito scatenatosi sul porto a Foce Verde. Come aveva spiegato anche il vicesindaco Tiero il progetto è stato iniziato dall’amministrazione Zaccheo che adesso vuole fare chiarezza e convoca una conferenza stampa sabato all’Hotel Europa alla quale prenderà parte anche l’ex assessore all’Urbanistica del Comune di Latina, Arch. Massimo Rosolini.

Rimango perplesso quando nel richiamare il progetto del porto, si dimenticano i diversi percorsi e tutti gli accordi già sottoscritti a livello istituzionale tra l’amministrazione comunale di Latina e il consiglio regionale – scrive Zaccheo -. Va ricordato inoltre che il progetto del porto non avrebbe senso se fosse estrapolato dall’intero contesto territoriale, e gli amministratori della Regione Lazio hanno già sottoscritto con noi, in data marzo 2007, un protocollo d’intesa in questo senso, che tra le altre cose evidenziava la centralità della riqualificazione del territorio costiero e annovera tra le opere strategiche proprio il porto di Foce Verde”

“Non voglio fare il primo della classe – continua l’ex sindaco -, ma ritengo indispensabile che prima di esprimere delle opinioni ci si debba informare. Se non si ha la conoscenza minimale di quello che è stato il lungo lavoro che ha portato all’approvazione di una progettualità di alto livello tecnico che oggi è patrimonio della città e che ha permesso di avviare concretamente la procedura istituzionale, si rischia di parlare a vuoto. (Un lungo lavoro che, tra l’altro è stato minato, tra il silenzio di tutti, con l’abbattimento del pontile di Foce Verde).”

L’ex primo cittadino, quindi, convoca una conferenza stampa “dopo essere stato per degli anni in silenzio, per dare un contributo costruttivo attraverso anche l’esperienza che ho maturato negli anni in cui ho svolto il ruolo di sindaco, ma soprattutto per portare a conoscenza degli amministratori che esistono dei documenti scritti che li potrebbero aiutare nel loro percorso”.

SHARE