Pontinia, sul campo sportivo l’opposizione attacca. Bottoni si difende e riparte in contropiede

pontinia campo di calcio

Botta e risposta a Pontina tra maggioranza e opposizione in merito alla manutenzione del campo da calcio comunale.

Nei giorni scorsi i consiglieri d’opposizione Simone Coco, Paolo Torelli e Daniela Lauretti hanno alzato i toni in merito alla semina dell’erba del campo sportivo eseguita recentemente. “L’intervento non ci convince – hanno dichiarato Paolo Torelli e Simone Coco – sia per il disagio arrecato all’associazione sportiva alla quale toccava l’uso del campo secondo calendario, sia perché siamo all’ennesima spesa di denaro pubblico per raggiungere un risultato che è ormai evidentemente impossibile”.

“Il Comune dovrebbe mostrare rispetto per chi paga per utilizzare un servizio. Invece a causa della mancata comunicazione con anticipo, non solo l’ASD di turno non ha potuto allenarsi nel campo, ma i suoi bambini della scuola calcio sono stati fatti allenare in un quadrato di terra all’angolo del muro perimetrale, creando anche una situazione di pericolo” dichiarano Torelli, Lauretti e Coco. “Il Comune sta effettuando l’ennesima semina ma già oggi stanno giocando e quindi calpestando quella terra, oltretutto inumidita dalle recenti piogge. Ci domandiamo se sia quindi un intervento sensato e a quali risultati possa portare secondo la mente dell’assessore che ha ordinato tali lavori”.

Ai tre partiti all’offensiva ha risposto l’Assessore ai Lavori Pubblici del Comune di Pontinia Giovanni Bottoni che ha affidato la sua risposta ai social. “Siamo alle solite polemiche – scrive –. La manutenzione dell’erba gramigna è stata pianificata da quasi un mese e le società nelle persone dei presidenti sono stati chiamati dalla ditta della manutenzione per concordare i lavori che sono stati pattuiti. È normale che un campo in erba abbia bisogno di manutenzione annua e non solo di tagli ed è normale che la manutenzione vada fatta in determinati periodi dell’anno come si sta facendo.

In merito a chi da tempo chiede la predisposizione di manto sintetico, Bottoni precisa che “La scelta del manto erboso è stata dettata da un problema economico perché il campo sintetico avrebbe avuto un costo molto esoso e i costi della manutenzione sarebbero stati gli stessi …però per far funzionare le cose va fatta la manutenzione annuale perché da solo non si automantiene il campo. Ripeto, l’intervento è stato pianificato con le società perché certi periodi vanno rispettati per avere un bel campo su cui giocare e questo è stato condiviso”.

Con il tridente Simone Coco, Daniela Lauretti e Paolo Torelli che, perseverando nel pressing, dichiarano “presenteremo presto un’apposita interrogazione”, Bottoni si difende e parte in contropiede. “È facile fare l’opposizione prendendosi i meriti di cose votate in consiglio e portare avanti e ottenute dalla maggioranza e criticare le cose che non vanno. L’opposizione costruttiva la si fa sempre meno mai”. La partita sull’erba del campo di calcio di Pontinia è solo alle battute iniziali.

SHARE