Periferie e borghi di Latina, le proposte di LBC Giovani per uscire dall’isolamento

borgo sabotino
Borgo Sabotino

Le periferie e i borghi di Latina al centro della progettazione di Latina Bene Comune Giovani che propone interventi specifici, “migliorando l’efficienza dei trasporti, coinvolgendo e promuovendo le fasce più giovani, le associazioni e i centri che si costituiscono come un vero e proprio baluardo contro la disgregazione sociale”.

Le soluzioni ipotizzate dai giovani di LBC sono la creazione di spazi condivisi, sollecitando impegno e partecipazione attiva per fertilizzare ogni angolo periferico.

Primo passo è mappatura di luoghi ed edifici comuni da trasformare in biblioteche, aule di studio, palestre e spazi dedicati ai bambini e al gioco, questo in modo che il borgo diventi diventare una risorsa e un’attrattiva per la città e il cittadino deve a sua volta sentire come necessario l’incontro con la realtà periferica.

“Tra le proposte – scrivono in una nota – quella di organizzare nei borghi tavole rotonde aperte a tutti e incontri formativi su temi d’attualità per dare spazio al dibattito e allo scambio di idee. L’obiettivo è di restituire dignità e orgoglio a luoghi considerati collaterali, tutelando i cittadini e investendo sul benessere e l’umanità delle persone. I borghi e le realtà periferiche rappresentano il futuro che lasceremo in eredità ai nostri giovani e alle nuove generazioni è necessario dunque, fin da subito, tracciare un progetto che possa dare prospettive di sviluppo sociale e riportare le periferie al centro dell’interesse collettivo”.

SHARE