Parco degli Ausoni, traccie di memoria per non dimenticare la Grande Guerra

Sughereta di San Vito

Parte l’iniziativa “Tracce di memoria… nel Parco – a cento anni dalla Grande guerra”. Il progetto, promosso dal Parco naturale regionale dei Monti Ausoni e del Lago di Fondi, curato dalla responsabile del servizio Guardiaparco Emanuela Angelon, coinvolgerà oltre 150 alunni delle classi terze medie, con l’intento di mantenere viva la memoria storica di un conflitto bellico, le cui conseguenze hanno avuto ripercussioni anche fuori dai campi di battaglia, stravolgendo le vite, non solo dei soldati, ma anche delle loro mogli, madri, figli.

Questo sarà il tema su cui porrà il focus il progetto, che durerà tutto l’anno scolastico 2016/2017 inserendosi nel programma regionale Gens 2.0.

I racconti e le testimonianze di coloro che hanno vissuto, in modo diretto o indiretto, gli effetti devastanti della grande guerra, non andranno perduti: verrà creata una banca dati georeferenziata della memoria, da condividere in rete, cosicché il sacrificio e il dolore delle famiglie dell’epoca, rimanga sempre vivo nel tempo.

L’obiettivo del progetto infatti è duplice: da una parte trasmettere ai più giovani il valore della pace, dall’altra ricostruire l’identità territoriale promuovendo la conoscenza del territorio del Parco, sia in termini naturalistici, sia valorizzandone i luoghi, frutto delle trasformazioni culturali, economiche e ambientali causate dal periodo bellico.

*Foto da www.parcoausoni.it

SHARE