Ospedale Goretti al collasso, la Asl ammette: non possiamo fare nulla, siamo senza risorse

di Redazione – L’Ospedale Goretti è in condizione critiche. Dopo che ieri erano state cancellate le operazioni chirurgiche perché la sala operatoria era occupata da pazienti intubati, sulla questione è intervenuto il direttore della Asl, Alfredo Cordoni. Ma il quadro descritto non è dei migliori. “Le risorse al momento sono queste, se le aumento per rianimazione, le sottraggo alle sedute di chirurgia”. Il caos di ieri, ha spiegato ancora Cordoni, è stato dovuto alla mancanza di posti letto dotati di respiratori nel reparto di Rianimazione, per tanto gli stessi pazienti sono stati lasciati nelle sale operatorie.

“Abbiamo chiesto più letti nell’atto aziendale, sulla base dei dati dell’ultimo anno, ma per adesso la dotazione in rianimazione è di otto posti”, ha aggiunto Cordoni. Intanto la situazione nella giornata odierna è tornata normale, ma è chiaro che il quadro rimane quello di un ospedale in condizioni strutturali critiche. Il numero attuale di posti letto non permette di far fronte all’intera popolazione che si avvale del Santa Maria Goretti di Latina, rimasto uno dei pochi nosocomi in funzione nella Provincia di Latina.

SHARE