Nuovo orario Trenitalia, anche i pendolari di Sezze e Priverno incontrano la Regione

stazione_sezze
La stazione di Sezze

Il nuovo orario di Trenitalia, in vigore da metà dicembre, scontenta tutti. Dopo i pendolari di Minturno, anche tra quelli di Priverno e Sezze è montata la protesta per il cambio orario e la soppressione di alcune corse molto importanti.

Nella giornata di martedì c’è stato un incontro con il consigliere regionale Enrico Forte alla quale hanno partecipato alcuni rappresentanti dei Comitati pendolari, il vicesindaco e assessore ai Lavori Pubblici -Trasporti e Viabilità, Giovanni Zeppieri, e il consigliere Paolo Rizzo in rappresentanza di Sezze e il sindaco di Maenza Claudio Sperduti.

Come ha spiegato nel suo dettagliato resoconto Carlo Di Bella sul gruppo Facebook dedicato ai Pendolari di Sezze e Priverno, la riunione è durata più di due ore e da subito è stato chiarito che i tagli di Trenitalia sono il risultato della riduzione dei fondi da parte dello Stato.

I pendolari hanno espresso tutte le loro esigenze circa gli orari, le fermate e i treni strategici per chi viaggia ogni giorno per lavoro. Il consigliere Forte si è dimostrato disponibile a farsi portavoce delle necessità dei viaggiatori e, durante l’incontro, c’è stata anche una telefonata da parte dell’assessorato alla mobilità della Regione Lazio, che spiegava che sulla situazione c’è un tavolo di trattative aperto a qualunque proposta concreta e che le problematiche di Sezze e Priverno sono già tenute in grande considerazione.

Alla fine dell’incontro, si è arrivati alla conclusione che la cosa più utile da fare è quella di congelare l’attuale orario, così come richiesto anche dai pendolari di Minturno, in modo da trovare soluzioni e alternative valide per tutti senza creare disagi e disservizi.

In questo senso è importante l’incontro di sabato 3 dicembre presso il Liceo Alberti di Marina di Minturno al quale prenderanno parte i rappresentanti dell’assessorato ai trasporti della Regione Lazio in modo da decidere una volta per tutte se congelare l’attuale orario o avviare quello nuovo per verificare come va.

SHARE