Nuova Italcraft, Mitrano accanto agli operai chiede la revoca della concessione all’autorità portuale

di Redazione – Si fa sempre più difficile la situazione per gli operai dei cantieri navali Italcraft che attendono di essere riassunti dalla Nuova Italcraft. Si è concluso negativamente l’incontro tra il sindaco di Gaeta, Cosmo Mitrano, e l’imprenditore romano Renato Bocchi, titolare dell’azienda. La Nuova Italcraft infatti ha ribadito che non può rispettare gli accordi presi per mancanza di commesse. Solo a giugno l’azienda si era impegnata per riassumere entro dicembre scorso 16 dipendenti e successivamente anche gli altri che avevano perso il precedente posto di lavoro.

Ma i lavoratori non si rassegnano. Intanto mantengono il loro presidio davanti al cantiere. Ma soprattutto sono determinati a chiedere la revoca della concessione demaniale rilasciata dall’autorità portuale. In questa battaglia Mitrano è con loro. Il sindaco ha scritto infatti all’autorità portuale e al suo presidente Pasqualino Monti. Nella lettera Mitrano chiede che sia valutata l’opportunità di ritirare la concessione del cantiere alla Nuova Italcraft al fine di evitare una possibile speculazione a danno dei lavoratori.

NUOVA ITALCRAFT NON REINTEGRA I LAVORATORI. MITRANO PRONTO A RITIRARE LE CONCESSIONI AL CANTIERE

GAETA, NUOVA ITALCRAFT NON RISPETTA GLI ACCORDI: ASSEMBLEA DI PROTESTA DEI LAVORATORI NON REINTEGRATI

SHARE