No al TMB a Borgo Montello, i Comitati Riuniti portano la protesta in Consiglio comunale

di Redazione – Dopo la concessione dell’AIA a Ecoambiente, lo spettro del TMB a Borgo Montello è sempre più vicino e i residenti della zona non si danno pace. Per questo i Comitati Riuniti contro la discarica si sono incontrati per decidere che cosa fare per fermare l’impianto di Trattamento Meccanico Biologico. I fronti sono due: il dialogo con le istituzioni per fare in modo che le esigenze e le necessità dei residenti vengano ascoltate e la sensibilizzazione e la corretta informazione della cittadinanza.

Per far sentire la loro voce hanno deciso di partecipare al Consiglio comunale di venerdì pomeriggio, durante il quale si discuterà di urbanistica e piani particolareggiati. “Non accettiamo che si continui a tenere aperta e a investire denaro in una discarica come quella di Borgo Montello che, oltre avere esaurito il suo ciclo naturale di vita da più di dieci anni, è anche stata coinvolta – secondo le dichiarazioni del pentito Carmine Schiavone – nello smaltimento di rifiuti tossico-nocivi”.

*Foto di repertorio

SHARE