Metro, piscina, SLM, teatro: Coletta pensa a una task force per ricostruire le “magagne”

piscina-scoperta-Via-dei-Mille

Una task force che si occuperà delle “magagne”, così Damiano Coletta ha chiamato tutte quelle situazioni che pesano come macigni sul Comune di Latina e su cui non si riesce a venire a capo. Il Sindaco ha anticipato la sua intenzione di costruire una task force con tre funzionari dell’amministrazione incaricati di ricostruire delle situazioni più controverse. Metro, SLM, piscina, e non ultimo il teatro, sono tutte questioni sul quale la Giunta Coletta fatica a prendere una posizione definitiva perché non riesce a ricostruire con precisione l’iter.

“Non sono emergenze, sono problemi cronici – ha detto Coletta nel corso della conferenza stampa di oggi sull’Urbanistica – e sono più difficili da risolvere. Richiedono un tempo pari a quello in cui si sono consolidate. Serve attenzione e carte che non si trovano. Metteremo una task force di 3 funzionari ai quali dare questo compito”

Singolare quello che Coletta racconta sulla metro leggera: “Abbiamo il cerino in mano e ci prendiamo la responsabilità di risolverlo. Ma paradossalmente abbiamo trovato più documenti stando fuori che dentro l’amministrazione”.

Tutta questa mancanza di documentazione di fatto dilata i tempi, come dimostrano anche i continui rinvii sull’apertura del teatro.

“Io preferisco sempre studiare e valutare e dare risposte chiare piuttosto che cialtronesche – così Coletta -. Me ne prendo la responsabilità. Io voglio conoscere prima il problema, preferisco aspettare un mese che risolvere in dieci giorni”

Anche questa cronica mancanza di carte, è parte del Sistema Latina, che, spiega il Sindaco, non è solo un problema di macchina amministrativa, dirigenti e archivio. “Comprende più cose, ci metto anche la recente consuetudine di questo rapporto pubblico privato che ha paralizzato e condizionato presente e futuro del territorio. Stiamo nelle partecipate in cui il pubblico ha il 51% e nel CdA il privato ha un rappresentante in più. Questo ha paralizzato la città, Questo è il Sistema Latina, non aver pensato alla comunità”.

SHARE