Messa in sicurezza scuole, Latina perde i fondi regionali. I consiglieri del PD chiedono spiegazioni

Scuola

Il Comune di Latina ha perso un finanziamento regionale destinato alla messa in sicurezza delle scuole. La Regione Lazio, infatti con una determina datata 25 ottobre ha revocato al Comune di Latina l’ammissibilità al finanziamento.

Una circostanza sulla quale i consiglieri comunali del PD chiedono chiarimenti urgenti presentando un question time a firma di Enrico Forte, Massimiliano Carnevale e Nicoletta Zuliani.

“Vogliamo sapere come mai, entro il termine previsto – e già più volte prorogato – fissato al 31 agosto 2016, non sia stata avviata dal Comune la procedura d’appalto” scrivono in una nota i democratici che ricordano anche i dati disastrosi di Latina emersi dal dossier Ecosistema Scuola di Legambiente per il quale il capoluogo pontino è penultimo.

“La manutenzione e la messa in sicurezza delle scuole rappresentano una priorità per gli enti locali – continuano – soprattutto in questo ultimo periodo in cui eventi naturali che stanno funestando l’Italia centrale rendono necessario un maggiore controllo sia sugli edifici privati, sia su quelli pubblici frequentati quotidianamente da centinaia di persone. La Regione Lazio, a partire dal 2015, aveva già messo in campo ingenti risorse per il piano straordinario di recupero e messa in sicurezza degli edifici scolastici, soprattutto in funzione dell’adeguamento sismico. Una operazione di enorme importanza visto che la metà degli edifici scolastici in Italia è sprovvista del certificato di agibilità, ovvero la stima dell’esposizione al rischio sismico. Ed ancor più per i Comuni che, viste le scarse risorse economiche a disposizione, possono realizzare interventi grazie ai finanziamenti della Regione. Ora – concludono – il Comune dovrà spiegarci cosa è successo, e dire perché – nonostante vi fossero tutti i presupposti – l’iter per il finanziamento non è stato perfezionato”.

SHARE