Maxi Mungitura in piazza a Roma per difendere il latte Made in Italy

di Redazione – Ministri, governatori, sindaci, politici ed esponenti del mondo culturale e dello spettacolo insieme in piazza per partecipare alla maxi mungitura proposta dagli allevatori per difendere il latte Made in Italy. In Piazza del Campidoglio Coldiretti ha organizzato una vera e propria stalla ai piedi del Palazzo Senatorio dove il ministro all’Ambiente, Gian Luca Galletti, il ministro della Salute, Beatrice Lorenzin, il ministro del Lavoro, Giuliano Poletti, ma anche il sindaco Marino si sono improvvisati allevatori per un giorno e con guanti e camice giallo hanno provato a mungere le vacche.

“E’ una mungitura simbolica per dire che se gli allevatori devono continuare a mungere bisogna smettere di ‘mungere’ gli allevatori- ha detto il presidente della Coldiretti, Roberto Moncalvo -: l’allevamento è garanzia di futuro e capacità storica di presidiare il territorio. Con la crisi noi abbiamo chiuso una stalla su cinque perdendo 32 mila posti di lavoro”. Presenti in Campidoglio anche gli allevatori di Latina e Frosinone, più di 600 sui 2.000 totali arrivati da tutta la regione.  “Non possiamo restare indifferenti – aggiunge Carlo Crocetti, presidente Coldiretti Latina – davanti alla tragedia degli allevamenti che chiudono perché i titolari non riescono nemmeno più a coprire le spese di produzione. I nostri allevamenti sono patrimonio di tutti i cittadini del Lazio”. “

SHARE