Massimiliano Carnevale, strappo con il PD. Il consigliere isolato nel partito

Massimiliano Carnevale
Massimiliano Carnevale

Massimiliano Carnevale è sempre più lontano dal PD. Il consigliere comunale ormai è isolato, una realtà a parte rispetto ai colleghi di partito Enrico Forte e Nicoletta Zuliani. Da tempo non rilascia dichiarazioni congiunte insieme agli altri due rappresentanti del Partito Democratico in Consiglio Comunale a Latina. Ieri la rottura è diventata praticamente ufficiale: Carnevale infatti ha votato differentemente da Forte e Zuliani sulla mozione presentata da Nicola Calandrini in merito al parere di conformità del segretario generale. Lui favorevole, Enrico Forte e Nicoletta Zuliani invece hanno votato con LBC, bocciando la proposta del capogruppo di Fratelli d’Italia. Va detto che Massimiliano Carnevale si era unito alla richiesta della minoranza, firmando la convocazione del consiglio comunale. Mancavano invece le sigle di Enrico Forte e Nicoletta Zuliani.

Ma il malumore di Massimiliano Carnevale non nasce da ieri: non si era presentato a votare neppure al rinnovo del congresso provinciale. Continua in modo molto duro una battaglia contro l’azienda speciale ABC fortemente voluta da Damiano Coletta, dove invece nel suo stesso partito alcune posizioni si sono ammorbidite. Invece Massimiliano Carnevale agì con Giovanna Miele per presentare una richiesta di accesso agli atti su una consulenza richiesta dal Comune per sciogliere il nodo legato all’assunzione dei dipendenti di Latina Ambiente. Questa “collaborazione” con una esponente di Forza Italia non è passata inosservata.

Adesso che si avvicinano le elezioni regionali l’area centrista da cui lui proviene (è stato per anni esponente dell’UDC), tornerebbe volentieri a contare su di lui, che alle scorse elezioni comunali fu tra i consiglieri con il più alto numero di preferenze. Ma Massimiliano Carnevale fa anche parte della assemblea nazionale del Partito Democratico. Il suo addio non sarebbe indolore, ma è tutt’altro che una ipotesi remota.

SHARE