Latina Ambiente, Di Giorgi in Consiglio: “Dal PD una proposta monca, ma arriveremo a una decisione unanime”

di Eleonora Spagnolo – “Non possiamo accettare la mozione del PD”, esordisce senza giri di parole il Sindaco di Latina, Giovanni Di Giorgi, durante il Consiglio Comunale in cui si è affrontato il tema del futuro di Latina Ambiente. Per il PD è opportuno votare subito a favore di una gara pubblica che assegni la gestione dei rifiuti al termine del contratto con Latina Ambiente. Per la maggioranza è meglio sentire i pareri della Regione e degli enti interessati, oltre che degli uffici che illustreranno i pro e i contro rispetto alla scelta tra affidare il servizio a una ditta esterna o procedere con house providing. “L’obiettivo è quello di terminare l’esperienza con Latina Ambiente il 31 dicembre”, garantisce Di Giorgi. Che poi passa a bacchettare l’opposizione. “Nessuno ha parlato dei rischi o dei vantaggi per l’una o l’altra ipotesi. Quanti esempi abbiamo di esternalizzazione che hanno creato problemi su problemi?”, chiede il Sindaco guardando i consiglieri del PD. “Noi non ci stiamo a farci dettare l’agenda dal PD. Siccome non dobbiamo fare la politica dello struzzo, il tema va affrontato, con i nostri tempi, i tempi della maggioranza scelta dai cittadini”, dice il Sindaco.

Per Di Giorgi prima di decidere è necessario sciogliere alcuni nodi, tra i quali il contenzioso della società e le quote di Ecoambiente. “Sciolti questi nodi arriveremo a una decisione unanime”, garantisce il Sindaco. E ancora: “Decidere su Latina Ambiente implica decidere cosa fare della discarica. Ma voi questo non lo dite”, continua Di Giorgi ancora rivolto ai banchi del PD. “Il problema di Latina Ambiente è un sistema che non ha funzionato – ammette Di Giorgi -. Non stiamo qui a negarlo. Allora proprio per evitare di fare gli errori che abbiamo fatto. scelte affrettate non fanno bene. Al di là di questo. Entro il 30 aprile non possiamo non uscire dal Consiglio con una delibera che dica ‘Caro ufficio procedi con l’esternalizzazione o con l’house providing’”. Di Giorgi chiude con un’accusa al PD: “La vostra mozione è monca”. Ma è anche certo: “Ci rivedremo a breve e prenderemo una decisione che sarà all’unanimità”.

SHARE