Italcraft, gli ex operai vanno in Procura: dalle istituzioni nessuna risposta

di Redazione – Non si è risolta la questione degli operai Italcraft. Nonostante l’intervento del Sindaco di Gaeta, Cosmo Mitrano che ha scritto all’Autorità Portuale, gli ex operai ancora non ricevono le risposte che attendevano. Gli ex dipendenti della Italcraft sarebbero dovuti essere reintegrati dalla Nuova Italcraft, e 16 di questi avrebbero dovuto prendere servizio entro il 31 dicembre 2014. Tuttavia solo 8 sono tornati a lavoro nel cantiere navale. L’azienda ha così mancato di rispettare gli accordi presi quando acquisì il cantiere, e per questo ora gli ex dipendenti e il Sindaco si sono appellati all’Autorità Portuale affinché valutasse di revocare la concessione del cantiere.

Dal 7 gennaio gli ex operai presidiano, invano, i cancelli del cantiere navale. “Abbiamo cercato in tutti i modi di risolvere la situazione con il confronto, ma è stato inutile”, dicono le sigle sindacali. “Tramite una lettera abbiamo chiesto il supporto degli enti competenti, ma non abbiamo ricevuto risposte. A questo punto noi andiamo alla Procura della Repubblica”, aggiungono. Insomma, anche questa vicenda rischia di passare per le vie legali.

NUOVA ITALCRAFT NON REINTEGRA I LAVORATORI. MITRANO PRONTO A RITIRARE LE CONCESSIONI AL CANTIERE

SHARE