Isola di Zannone ai ponzesi, discussione al via tra Comune e Parco. L’ente ammette: abbiamo fallito

di Redazione – È partita la discussione nel Consiglio Direttivo del Parco del Circeo per affidare l’isola di Zannone alla gestione di Ponza. Se ne è parlato nella riunione di ieri a cui ha partecipato il sindaco Piero Vigorelli. “Il Parco ha fallito”, a usare questa parole è stato il Presidente dell’Ente Parco, Gaetano Benedetto, in riferimento alla convenzione firmata nel 2011. Benedetto ha ammesso che è stato fatto molto poco per valorizzare l’isola e per renderla fruibile ai turisti. “Quindi è giunto il momento di cambiare”, così si è espresso invece Vigorelli. L’ente Parco ha anche subito dei tagli che di fatto complicano la gestione dell’Isola di Zannone. Anche per questo Ponza vuole riprendersi l‘Isola pur concordando con il Parco le iniziative da adottare.

Il Comune di Ponza ha in mente la realizzazione di una mini struttura di attracco gestita da una cooperativa ponzese e la realizzazione di sentieri con la segnaletica. Vigorelli vorrebbe vedere sull’isola anche un punto ristoro, che permetta ai turisti di godere della vista offerta dall’isola mangiando o bevendo qualcosa. Rimane fermo il divieto di aumento delle volumetrie esistenti e il divieto assoluto di caccia. “Considero molto positiva questa prima discussione, dove tutti hanno sottolineato la necessità di valorizzare l’isola di Zannone, dove tutti hanno convenuto sulla maggiore responsabilità di gestione che deve essere affidata al Comune di Ponza e dove nessuno ha espresso veti o contrarietà alle priorità per la valorizzazione dell’isola”, così il Sindaco Vigorelli al termine della riunione. Per il Sindaco si tratta di un buon punto di partenza.

PONZA RIVUOLE L’ISOLA DI ZANNONE, VIGORELLI NE DISCUTE CON L’ENTE PARCO DEL CIRCEO

SHARE