Inchiesta discarica Borgo Montello, secondo la Cassazione i dirigenti Indeco hanno agito correttamente

di Redazione – Anche la Corte di Cassazione dà ragione alla Green Holding e conferma quanto già dichiarato dal Tribunale del Riesame di Roma: non c’è stato alcun reato di falso per induzione, truffa aggravata e frode in pubbliche forniture nella condotta dei dirigenti della holding milanese che controlla la Ind.eco srl che a sua volta gestisce una delle due discariche di Borgo Montello.

Dopo la scarcerazione da parte del Tribunale del Riesame dei soggetti per i quali era stata disposta la misura cautelare degli arresti domiciliari, la Procura di Latina aveva fatto ricorso alla Cassazione che adesso conferma la “bontà e la correttezza dell’operato dei soggetti attenzionati dai provvedimenti della Procura di Latina” come si legge in una nota della stessa Green Holding.

INCHIESTA INDECO, LA PROCURA IMPUGNA I PROVVEDIMENTI DEL RIESAME: SI VA IN CASSAZIONE

INCHIESTA INDECO, IL RIESAME SCARCERA TUTTI. LA PROCURA DI LATINA RICORRE IN CASSAZIONE

SHARE