Incendiate 4 auto di Acqualatina, il Presidente Adessi: conseguenza di un clima avvelenato

di Redazione – Nella notte tra l’11 e il 12 marzo sono state incendiate quattro auto aziendali di Acqualatina. Il Presidente Addessi ha subito pensato ad un atto intimidatorio e ha parlato di “episodio molto grave ed inquietante che si va purtroppo ad aggiungere ad altri incresciosi episodi che hanno già interessato la nostra Società, negli anni”.

Secondo il Presidente queste azioni sarebbero “la conseguenza di un clima avvelenato, frutto di toni violenti e denigratori, fondati essenzialmente sulla mistificazione della realtà e molto spesso fomentato anche da associazioni spontanee e certa stampa locale”.

Quindi l’appello alle Istituzioni, alle associazioni, ai mass media e a tutti i cittadini di collaborare “affinché tale clima possa smorzarsi, attraverso un chiaro, trasparente e sereno dibattito dichiarandoci pienamente disponibili, come peraltro sempre ribadito, a dialogare, chiarire e confrontarci in maniera civile e trasparente con tutti gli interessati, al fine di sempre più migliorare ed efficentare il servizio svolto sul territorio”.

SHARE