Impianto di smaltimento fanghi, Acqualatina precisa: seguito l’iter autorizzativo

Acqualatina

L’impianto di smaltimento dei fanghi di depurazione è stato progettato con “la massima attenzione all’ambiente e la tecnologia adottata è stata selezionata, tra le altre disponibili, proprio in base al minore impatto ambientale”. Acqualatina interviene nel dibattito che si è sviluppato attorno all’impianto che deve sorgere nei pressi di Sermoneta “in merito agli articoli pubblicati sulla stampa locale riguardo la Valutazione di Impatto Ambientale (VIA) richiesta dalla Regione Lazio per l’impianto di smaltimento dei fanghi di depurazione e ai timori relativi alla realizzazione dell’impianto stesso”.

Acqualatina spiega che “per quanto riguarda la richiesta di verifica a procedere con la Valutazione di Impatto Ambientale (VIA), va chiarito che si è proceduto con il normale iter autorizzativo: la richiesta di verifica è stata avanzata da Acqualatina, alla Regione Lazio, come da prassi, al fine di verificare l’esigenza di ulteriori approfondimenti tecnici, in aggiunta a quelli già comunicati con lo studio preliminare”.

Dopo questa richiesta, la Regione Lazio ha ritenuto di procedere con la Valutazione Impatto Ambientale e adesso Acqualatina è al lavoro per produrre la documentazione richiesta dalla Regione, in sinergia con la ditta che realizzerà l’impianto, aggiudicataria della relativa gara d’appalto.

SHARE