Il Tar di Latina inaugura l’anno giudiziario nell’incertezza del futuro

di Redazione – Il Tar di Latina non conosce ancora il suo futuro e in questa incertezza ha inaugurato l’anno giudiziario, forse per l’ultima volta. La sede di Latina, infatti, secondo la riforma della Pubblica Amministrazione dovrà chiudere entro il primo luglio del 2015 insieme ad altre 21 sede distaccate in giro per l’Italia.

Il Tar di Latina, però, a differenza delle altre sedi distaccate, ha un bacino di utenti di oltre un milione di abitanti, cosa che non si può dire di altri Tar regionali, e serve a decongestionare le pratiche al Tribunale amministrativo della Capitale.

Il presidente Carlo Taglienti, durante la cerimonia di apertura, ha anche ricordato che la chiusura del Tar di Latina non comporterebbe un grande risparmio visto che tutta la struttura costa 50mila euro annui a fronte di 120mila euro che servirebbero solo per il trasloco. Inoltre, il Tribunale amministrativo pontino è anche a lavoro per sfoltire il numero dei fascicoli arretrati: se nel 2010 erano 7.800 nel 2014 si è scesi a 3.759.

TAR DI LATINA VERSO LA SOPPRESSIONE, ANCHE FAZZONE SCRIVE MINISTRO CONTRO LA CHIUSURA: “UNA SCELTA SCELLERATA”

TAR DI LATINA A RISCHIO CHIUSURA, IL COMUNE PRONTO A PAGARE I COSTI PER EVITARE LA SOPPRESSIONE

TAR DI LATINA VERSO LA CHIUSURA: MOSCARDELLI E IALONGO SI APPELLANO AL MINISTRO ORLANDO

SHARE