Il senso unico del lungomare fa litigare la maggioranza. Tiero zittisce Tripodi: “Lui pensi al commercio”

di Redazione – “Le polemiche che stanno scaturendo negli ultimi giorni, le ritengo superflue e poco propositive per il territorio”. A parlare così è Enrico Tiero, vicesindaco di Latina e assessore alla Mobilità in merito alla questione del senso unico sul lungomare di Latina. Sulla questione commercianti e residenti hanno fatto avere agli uffici del Comune una petizione per chiedere il ripristino del doppio senso. Questa e le relazioni dei tecnici, garantisce Tiero, “Sono in fase di valutazione”. Tuttavia, spiega ancora il vicesindaco, adesso la conformazione della strada permette un solo senso di marcia. Anche Angelo Tripodi, in qualità di Assessore al Commercio, ha esposto al collega di giunta le lamentele degli esercenti. “Angelo Tripodi farebbe bene ad occuparsi di tutte le questioni relative al commercio perché conosce profondamente tutto quello che ruota intorno alle singole realtà commerciali, lasciando agli assessori competenti di decidere sulle materie assegnate”, replica Tiero. Che continua: “La delega alla mobilità è stata a me assegnata ed una volta valutato tutto l’iter ed ascoltato le richieste farò delle scelte, tenendo conto, come spiegato, anche delle relazioni tecniche che esistono e che sono state richieste”.

Uno dei più accesi contestatori del senso unico del litorale è Gianluca Di Cocco, coordinatore comunale di NCD, il partito di Tiero. “Torno a ribadire e con forza che il senso unico (obbligatorio per via dei lavori del Plus) per me e per tantissimi commercianti della lungomare (che ne hanno certificato la volontà firmando una petizione) è sbagliato nella praticità, ed è devastante per il commercio”, così scriveva solo una settimana fa Di Cocco sul suo profilo Facebook. Concetto ribadito anche con un post simile datato 8 marzo. “Sono contrario al senso di marcia dell’attuale senso unico e sono cosciente che il doppio senso non potrà mai più essere ripristinato, in virtù degli interventi del Plus”, ci ha tenuto però a precisare Di Cocco. L’ex assessore al Turismo, tuttavia, insieme ad altri esercenti del litorale, da tempo chiede che sia modificato il senso di marcia, da Capoportiere a Foce Verde e non da nord verso sud come accade oggi. “Avvantaggerebbe la fruibilità del litorale da parte dei cittadini di Latina e dei turisti che negli ultimi anni arrivano per la maggioranza dal sud della provincia e dai Monti Lepini”, ha spiegato Di Cocco rammaricato però che il senso unico ancora non è stato cambiato.

SHARE