Il Landini politico apre al PD e si scontra con la Camusso

di Francesco Miscioscia – Maurizio Landini tiene a puntualizzare che la sua “coalizione sociale” non è un partito. in qualsiasi modo voglia chiamarlo il leader della Fiom cambia poco, siamo comunque di fronte ad un movimento che punta a raccogliere al suo interno i lavoratori e si presenta come alternativa al governo Renzi, che, a detta del fondatore, va a braccetto con Confindustria. Il Landini politico guarda con interesse anche alle minoranze del PD e a Sel.

Al centro del programma che verrà presentato ai sostenitori ci sarà anche una revisione del Sindacato. Pare però che proprio che dalla Cgil e da Susanna Camusso in particolare, vengano i principali ostacoli al nuovo progetto. Infatti la segretaria del sindacato ha subito preso le distanze, facendo sapere di non essere stata informata del progetto, a cui non ha mai manifestato il suo appoggio.

C’è da dire però che Landini non ha torto ad affermare che il sindacato oggi è a tutti gli effetti un soggetto politico… Continua a leggere su Marketicando 

SHARE