Il fondamentalismo islamico sta costruendo un nuovo muro che separa in due la Terra

di Francesco Miscioscia – Il fondamentalismo islamico rischia di costruire un nuovo muro, dopo quello di Berlino, che potrebbe dividere il mondo in due parti. Si tratta di una barriera ben più dura e resistente di quella costruita con mattoni e pietre in Germania. Un muro ideologico tirato su con terrore e odio razziale.

Gli ultimi avvenimenti in Tunisia, insieme alla cronaca dell’ultimo periodo riguardo gli attacchi in Siria, Iraq, Libia, Francia, puntualmente riprese dai media di tutto l’Occidente, rischiano di creare un solco culturale, politico, economico, sociale, incolmabile.

Il mondo islamico viene associato sempre più costantemente ed erroneamente all’Isis. In questo sono anche alcuni mezzi di informazione a peccare di superficialità. Il terrorismo è una minaccia che se non viene fermata in tempo, attraverso una collaborazioni tra Stati, provocherà l’inevitabile fine dei rapporti commerciali tra Paesi del Medio-Oriente, Europa ed America.

L’Italia stessa ha in passato avuto una collaborazione economica con la Libia di Gheddafi, che metteva a disposizione… Continua a leggere su Marketicando 

SHARE
Un uomo con il pallino della comunicazione da sempre. In pratica dal 1981 Fondatore e Presidente della Francesco Miscioscia Adv srl. Oggi consulente strategico e operativo di marketing politico svolge per le aree di gestione e comunicazione un’intensa attività su tutto il territorio nazionale ... Continua a leggere