Il carro armato Sherman rimane a Piana delle Orme: il Mibact accoglie la richiesta del museo

carro armato piana delle orme
Il carro armato Sherman DD nel Museo di Piana delle Orme

Il carro armato Sherman DD rimarrà al museo di Piana delle Orme. Lo ha deciso il Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo, secondo cui il mezzo pur essendo patrimonio dello Stato, può rimanere nel sito di Borgo Faiti. Si tratta di una decisione che soddisfa in pieno la richiesta della direzione del Museo. Piana delle Orme infatti nel 2002 aveva recuperato il carro armato dai fondali marini e con le sue risorse lo aveva restaurato ed esposto. Recentemente una sentenza del Tribunale di Roma aveva intimato alla struttura di riconsegnare il carro armato allo Stato.

“Tutto il lavoro e l’impegno profuso nell’operazione di recupero del DD – su legge in una nota – non è stato fatto per mettere il reperto al centro di una piazza come una statua di Garibaldi, ma per essere parte di discorso articolato e dettagliato sulla Seconda Guerra Mondiale. Con il decreto, in sintesi, si riconosce che Piana delle Orme è pienamente in grado di garantire la fruibilità, la valorizzazione e la tutela del mezzo. Il Ministro Dario Franceschini, prendendone atto, ha ristabilito in un certo senso il giusto ordine delle cose, con indiscussa saggezza e sensibilità”.

La Direzione del Museo ha ringraziato il Ministro per aver raccolto la richiesta che veniva anche da tanti comuni pontini che hanno aderito alla petizione. “Tante sono le persone che si sono prodigate al nostro fianco – concludono da Piana delle Orme -. Non possiamo citarli tutti, ma a loro va la nostra riconoscenza. Commovente è stato per noi tutti vedere come sindaci e cittadini ci siano stati vicini, dimostrando di vivere il museo come un luogo della propria identità, come riferimento dell’intera comunità”.

SHARE