Il bilancio delle Guardia di Finanza nella lotta agli stupefacenti: tanti i sequestri, ma droga in aumento

GDF - Lotta alla droga

Da tempo ormai la Guardia di Finanza del Comando Provinciale di Latina è impegnata su tutto il litorale pontino in un’intensiva e continuativa lotta alle droghe. L’intento è quello di prevenire e reprimere l’attività di spaccio e consumo di sostanze stupefacenti e psicotrope.

Durante l’attività di sorveglianza i militari del Comando Provinciale di Latina affiancano ai tradizionali interventi via terra, una serie di interventi mirati e capillari. È il caso degli interventi effettuati nelle campagne della provincia duranti i quali l’ausilio dei mezzi aerei del Corpo per setacciare la zona si è rivelato spesso non solo utile, ma determinante.

Due piantagioni di canapa e il conseguente sequestro di oltre 104.000 piante di canapa è uno dei risultati ottenuto solo nel 2016. Negli ultimi tre anni sono stati sequestrati circa 4.228 kg di stupefacenti tra hashish, marijuana, eroina, cocaina, canapa, anfetamine ed ecstasy. Quasi il doppio rispetto al triennio 2011-2013, i cui interventi portarono al sequestro di 1.760 kg di sostanze illecite.

L’attività svolta dai militari del Comando Provinciale di Latina, se da una parte evidenzia i positivi risultati sopra citati, dall’altra getta luce sulla triste realtà, tale per cui la crescita dei sequestri è conseguenza di un’ascesa altrettanto vertiginosa di soggetti, senza limiti di età o provenienza sociale alcuna, invischiati nel mondo della droga.

Anche in questo caso, i numeri sono esemplificativi: dal 2014 sono stati 374 i soggetti denunziati all’Autorità Giudiziaria, di cui 87 quelli tratti in arresto e 287 a piede libero.

Emblematica l’operazione Sun Ray, nel sud pontino, che portò all’arresto di 18 soggetti per traffico internazionale di droga e il sequestro, nel triennio, di cinque piantagioni nei comuni di Terracina, Aprilia e Formia.

Le indagini di Polizia Giudiziaria d’iniziativa o delegata e i controlli ordinari delle pattuglie in servizio 117, con l’ausilio delle unità cinofile Bam e Dafil, sono stati gli strumenti usati dalle Fiamme Gialle durante le varie operazioni.

SHARE