Gucci sceglie il Giardino di Ninfa per girare il suo spot, ma dimentica che è in provincia di Latina

Gucci_Ninfa
Lo spot di Gucci nel Giardino di Ninfa

La paradisiaca bellezza del Giardino di Ninfa ha fatto innamorare anche la prestigiosa Maison Gucci, tanto da sceglierlo per girare la sua ultima campagna pubblicitaria internazionale “Gucci Gift 2016”.

Il lussureggiante giardino, ribattezzato dalla casa di moda “Gucci Garden”, fa da cornice ambientale per l’intero catalogo e anche allo spot diretto da Floria Sigismondi, l’artista italo-canadese celebre per i suoi video musicali (Katy Perry, Christina Aguilera, David Bowie, Björk, Muse, Justin Timberlake, Marilyn Manson) e di pubblicità (Adidas, Samsung, Motorola, Old Navy, Eaton’s, MAC Cosmetics).

Il giardino di Ninfa si trasforma nel giardino dell’Eden tra scene che rievocano la tentazione tra Adamo ed Eva, cavalli bianchi, tigri maestose che bevono lungo i fiumi, conigli, serpenti e l’immancabile mela rossa.

Questo e tanto altro, il tutto impreziosito dai vestiti della maison indossati da algidi modelli, dalla bellezza eterea, appare nello spot, già in distribuzione su tutti i canali web e social della Gucci e molto probabilmente presto sarà in programmazione anche nelle reti televisive nazionali e forse anche internazionali.

La scelta della Maison è ovviamente motivo di grande vanto per il territorio pontino. Unico rammarico è che la collocazione del Giardino di Ninfa viene ovunque indicata con un generico “near Rome”, vicino Roma.

Per questo il sindaco Eleonora Della Penna ci ha tenuto a precisare: “Ringrazio la Maison Gucci per aver scelto la nostra splendida Oasi, ricordando però che Ninfa si trova a Cisterna di Latina e non è un dettaglio secondario. Il Giardino di Ninfa è per noi motivo di orgoglio, rappresenta la nostra storia, la nostra cultura, il nostro turismo. Per questo invito il direttore artistico della Maison Gucci, Alessandro Michele, a tornare a Cisterna per visitare insieme Ninfa: capirà che il sogno dei Caetani è ancora vivo e ha lasciato una eredità di bellezza e di valori che custodiamo gelosamente come cisternesi. Storia e valori che hanno una precisa identità e collocazione geografica”.

SHARE