Guardia di Finanza, il saluto del colonnello Reccia. Si insedia il colonnello Bosco

Colonnello Michele Bosco
Colonnello Michele Bosco

Cambio al Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Latina. Si è celebrata oggi a Palazzo M la cerimonia di avvicendamento tra il Colonnello Giovanni Reccia e il Colonnello Michele Bosco. Reccia lascia Latina, dopo tre anni, per raggiungere la capitale quale frequentatore del 68° corso di alta formazione presso l’Istituto Alti Studi per la Difesa.

La cerimonia è avvenuta alla presenza del Comandante Regionale Lazio, Gen. D. Bruno Buratti. Bosco è laureato in Giurisprudenza, Scienze Politiche e Scienze della Sicurezza Economico Finanziaria e ha conseguito un master di II livello in diritto tributario presso l’Università Bocconi. Il nuovo comandante, oltre ad aver svolto l’attività di verifica fiscale presso vari reparti della Corpo, è stato Capo della Sezione Contrasto Illeciti Fiscali Internazionali della Guardia di Finanza e Comandante del I Battaglione Allievi dell’Accademia del Corpo.

Nel suo discorso di commiato, Reccia ha ringraziato le autorità e le istituzioni presenti: “Mi ritengo un privilegiato per avere guidato la Guardia di Finanza di Latina ed aver dato un contributo alla provincia pontina sotto il profilo di una maggiore legalità economica. L’azione della Guardia di Finanza pontina, seguendo gli indirizzi del Comando Generale, è stata continua e costante, con indagini di polizia tributaria e giudiziaria che hanno travalicato i confini italiani e che hanno spaziato delle frodi fiscali al riciclaggio dai reati contro la pubblica amministrazione alla criminalità organizzata, dal contrasto al traffico internazionale di stupefacenti a quello della contraffazione dei marchi d’impresa dalle misure di prevenzione ai reati fallimentari, all’individuazione dei danni all’Erario”. Dopo aver ricordato alcuni dei successi, tra cui l’ultimo relativo all’operazione Speedy Fly che ha portato all’arresto di Alberto Veneruso, Reccia ha salutato il suo successore: “Sono giunto quindi alla fine di un cammino impegnativo ed allo stesso tempo affascinante. Tuttavia lascio questo incarico con grande fiducia al Colonnello Bosco, mio successore, cui auguro ogni bene e soddisfazione, con la convinzione che saprà condurre il Comando provinciale verso traguardi sempre più rilevanti”.

SHARE