Presto la zona di Serapo avrà un nuovo impianto di illuminazione. I lavori di predisposizione sono iniziati qualche giorno fa: il Comune li ha affidati a Citelum, uno dei principali operatori nell’illuminazione pubblica in Europa. Sono già avviati gli scavi alla Villetta che proseguiranno nelle vie Palermo, Pisa, Serapide, Genova, Venezia e San Nilo.

Il progetto di riqualificazione energetica prevede la sostituzione e l’ammodernamento tecnologico dei punti luce con nuovi apparecchi a Led ad alta efficienza e, a regime, consentirà un forte risparmio nella bolletta elettrica e un notevole beneficio in termini di minori emissioni di anidride carbonica. Non solo. Ma proprio nell’ambito dell’attività di bonifica da parte del Comune in località Serapo, è prevista anche la rimozione di una quarantina di pali in cemento armato non più utilizzati per l’illuminazione stradale né per gli allacci delle abitazioni alla linea elettrica. La rimozione dei pali in cemento restituisce decoro ad un quartiere frequentatissimo specialmente d’estate, crea maggiore spazio eliminando un elemento di pericolo (la maggior parte dei pali è collocata su un lato della carreggiata) e completa un’attività iniziata con l’installazione dei nuovi pali di illuminazione pubblica in ferro che avrebbero dovuto sostituire quelli in cemento armato e non affiancarli.

“Con questo importante intervento – ha sottolineato il sindaco Cosmo Mitrano – renderemo le strade del territorio comunale meglio illuminate, grazie alla maggiore efficienza dei led, e di conseguenza più sicure ed accoglienti. Il processo di riqualificazione che stiamo realizzando darà una risposta importante a queste esigenze, e grazie alle dimensioni del progetto ne beneficerà gran parte della città, senza trascurare, naturalmente, i benefici economici e ambientali che otterremo con il ricorso a un sistema di illuminazione più moderno ed efficiente”. E aggiunge che “efficientamento energetico e sicurezza dei luoghi pubblici sono tra gli obiettivi principali che stiamo perseguendo da tempo nell’ambito dell’utilizzo di soluzioni ecocompatibili che caratterizzano tutte le opere pubbliche che stiamo realizzando, prestando sempre attenzione alle richieste del territorio che, come in questo caso, attendevano da molto tempo una risposta”.

Gli fa eco il vicesindaco ed assessore ai lavori pubblici Angelo Magliozzi il quale commenta che “Grazie a questo progetto riusciremo ad illuminare alcuni chilometri di strade comunali parzialmente buie e caratterizzate dalla presenza di pali di cemento obsoleti e pericolosi in via di rimozione e da un importante flusso veicolare oltre che pedonale. Illuminare le strade equivale a renderle più sicure, e farlo utilizzando tecnologia a led consente anche di restituire alla città migliori condizioni di vivibilità e sicurezza”.