Gaeta, centro commerciale e piano chioschi: commercianti di Gaet@t a confronto con Mitrano

Gaeta

Chioschi e un nuovo centro commerciale, di questo l’associazione di commercianti Gaet@t chiede di discutere con l’amministrazione e il Sindaco Cosmo Mitrano. E lo fa tramite una lettera in cui il presidente Cosmo Ciano chiede l’attenzione del Primo Cittadino. Il primo problema trattato riguarda appunto un chiarimento circa il “piano chioschi”, che prevede un numero imprecisato di strutture senza che sia ben chiara la destinazione d’uso. “L’associazione Gae@t, presa visione del progetto embrionale ‘Piano chioschi’, non condivide la fattibilità dello stesso per una serie di precarietà che la stessa iniziativa porterebbe alla città – si legge nella lettera diretta a Mitrano – L’associazione è convinta che è necessario e doveroso avere una visione di sviluppo e progettazione globale, nell’ambito commerciale, per affrontare gli argomenti e le problematiche che ormai da troppo tempo non vengono trattate con una programmazione a medio lungo termine. Proprio questa mancanza di progettualità è una delle cause che ha determinato la crisi che viviamo e soprattutto l’anarchia commerciale che la città subisce. Solo attraverso una politica condivisa tra l’amministrazione e il sistema imprenditoriale si possono determinare le giuste scelte e soluzioni di cui tutti abbiamo bisogno”.

L’altro problema è l’apertura di un nuovo centro commerciale in Zona San Carlo, al posto dell’ex Panepesca. “Fermo restando il nostro positivo convincimento sul reintegro lavorativo dei dipendenti dell’ex Panapesca – continua la nota dell’associazione di Cosmo Ciano -, Le chiediamo se gli uffici preposti di questo comune abbiano seriamente valutato l’incidenza e l’impatto commerciale che una simile scelta potrà avere sul settore, senza andare a compromettere ulteriormente l’attuale precarietà del commercio cittadino. Tanto più è a noi ancora sconosciuta la natura di questo nuovo sito, non essendo stati ne coinvolti ne informati, su quali tipi di attività commerciali andranno ad operare negli ex padiglioni Panapesca”.

L’Associazione Gaet@t precisa che lo scopo della missiva è aprire un confronto serio e costruttivo: “Il nostro obiettivo principale – concludono da Gaet@t – è quello di creare, insieme alle amministrazioni, uno strumento di ‘governance’ capace di individuare le linee prioritarie di intervento per favorire lo sviluppo e la valorizzazione delle attività commerciali della nostra amata città”.

SHARE