Formia, nuovo asilo nido comunale: arrivati 100 mila euro dalla Regione Lazio

A Formia verrà costruito un nuovo asilo nido comunale per una capacità di 30 posti bimbo, grazie al finanziamento regionale di 100 mila euro stanziato nell’ambito del progetto “Mille asili per il Lazio”.

La storica sede della Quercia è infatti di proprietà privata per un costo di affitto pari a 36 mila euro cui il comune deve far fronte annualmente.

Da qui la necessità di concorrere alla candidatura del progetto regionale e costruire un nuovo asilo su un terreno di demanio comunale, in modo da ammortizzare i costi.

Dapprima venne individuata come sede l’area di via Cassio nel lotto di terra retrostante la scuola materna, ma un’analisi più attenta ha portato alla luce alcuni problemi logistici insiti nell’area stessa, tanto che con la delibera di giunta n. 282, la scelta dell’Amministrazione è ricaduta su una nuova sede, quella di S. Pietro, ritenuta più funzionale e facilmente accessibile.

“Come sede del nuovo asilo nido – ha spiegato l’Assessore alle Opere Pubbliche Eleonora Zangrillo – abbiamo scelto un’area di proprietà del Comune sita in via Acqualonga, a San Pietro, non lontano dalla caserma della Guardia di Finanza.

“Il sito di via Cassio – ha poi continuato l’Assessore – offriva più di una criticità dal punto di vista logistico, posto in un’area di edilizia popolare contraddistinta da una forte concentrazione antropica e nella quale esiste già un’altra struttura scolastica, peraltro servita da un solo parcheggio che è usato dagli abitanti del quartiere e, contemporaneamente, dagli utenti della stazione ferroviaria, tra cui molti pendolari”.

E ha aggiunto: “Quello dell’asilo nido è un servizio strategico sotto il profilo dell’offerta sociale e dobbiamo dare a tutti i residenti di Formia la possibilità di usufruirne.”

Pertanto la scelta è ricaduta su San Pietro, in quanto “una localizzazione, più baricentrica rispetto allo sviluppo di una città stretta e lunga come Formia, risponde meglio alle esigenze complessive dei residenti, da Penitro a Vindicio. L’area prescelta è di 4.642 metri quadri di cui circa 2.300 saranno occupati dall’asilo e il resto da un’area verde a disposizione del quartiere”.

“La delibera – ha infine precisato – conferma l’impegno di destinare la somma minima di 100 mila euro alla sistemazione del terreno, alla cantierizzazione del prefabbricato e alla sistemazione delle superfici esterne, oltre all’acquisto degli arredi interni ed esterni che saranno disposti con atti successivi. L’obiettivo è di concludere l’intervento entro il settembre 2017. L’apertura della struttura nei termini previsti darà accesso ad un ulteriore contributo regionale di 1000 euro per bambino che andranno a coprire i costi di start up e nel nostro caso parliamo di ulteriori 30 mila euro. Tra i cinque progetti finanziati dalla Regione – ha fatto sapere con orgoglio – quello di Formia sarà il primo ad essere realizzato. E’ un provvedimento importante che consentirà uno sgravio dei costi a carico del Comune ed un netto miglioramento del servizio a beneficio dell’intera città”.

SHARE