Formia, la rivincita delle luminarie natalizie: tanti i pareri favorevoli

Sono state accese da poco più di 5 giorni, il 7 dicembre alle 17, ma hanno già suscitato molta curiosità. Al di là delle polemiche, le luminarie di Natale a Formia sono a tutto selfie, con decine di scatti che impazzano sui social. Il più gettonato per ora è l’albero alto 15 metri, montato in Piazza Aldo Moro. Apprezzamenti anche per la sfera di tre metri e il pupazzo di neve in Piazza della Vittoria, per l’albero del “Caos” nella Villa Comunale Umberto I e per la fontana di luci in Piazza Tommaso Testa. Altre installazioni sono in programma nel centro, nei borghi e nelle aree periferiche della città.

“Un’esigenza fondamentale per Formia e i suoi cittadini anche in considerazione di problematiche molto più serie – ha dichiarato il sindaco dimissionario Sandro Bartolomeo – che nulla hanno a che vedere con la ricorrenza. Iniziative che contribuiranno a creare spirito di aggregazione, a richiamare visitatori, a incrementare il commercio e, non di meno, a regalare ai più giovani l’occasione di vivere le festività immersi in un ambiente giustamente decorato.”

E proprio la maggior parte dei formiani, grandi e piccini, residenti e non, sembrano essere soddisfatti dei recenti addobbi natalizi. C’è chi, provenendo da fuori, ne è rimasto meravigliato o chi, vivendo da 17 anni a Formia, si aspettava qualcosa di più. Nessuna concorrenza con la vicina Gaeta, secondo alcuni, ma un modo per risaltare al meglio la propria città e superare il periodo di crisi. Anche perché i contrasti con i comuni limitrofi ci saranno sempre e sarebbe sprecato non permettere a Formia di sentire, a suo modo, la magia del Natale.  Qualche parere sfavorevole, invece, ha sottolineato la freddezza che si nota camminando tra le luminarie. A cui si aggiunge una frettolosa organizzazione e una mancanza di programmazione dell’iniziativa, a dimostrazione di quanto Formia non risolva così l’offerta turistica.

D’altronde l’attesa per la festa religiosa più tradizionale dell’anno è appena iniziata. Non resta che mettere da parte per un po’ i dissapori e continuare a condividere con amici e parenti questa nuovissima atmosfera di Formia in un Natale 2.0.

SHARE