Fondi, contro l’impianto di mitilicoltura il Comune presenta il ricorso al Tar

Comune Fondi

È stato presentato lunedì 11 settembre presso il TAR del Lazio il ricorso del Comune di Fondi contro la concessione da parte della Regione Lazio di uno specchio d’acqua di 305 mila metri quadrati a scopo di mitilicoltura. Per ragioni incomprensibili il Comune non è stato messo fin da subito nella condizione di poter esprimere parere tecnico sull’iter procedurale.

Una presa di posizione chiara ed inequivocabile, dopo la diffida ignorata dalla Regione Lazio e la nota trasmessa al Presidente Nicola Zingaretti e all’Assessore all’Agricoltura Carlo Hausmann. Il sindaco di Fondi, Salvatore De Meo, si mostra preoccupato per le gravi conseguenze ambientali, economiche e turistiche che un eventuale impianto di mitilicoltura provocherebbe per l’intero comprensorio del Sud Pontino. Si distruggerebbe un tratto di costa noto per la sua bellezza naturalistica e per la qualità delle acque di balneazione.

Ad appoggiare la richiesta del sindaco di annullamento della concessione anche i Consiglieri regionali Giuseppe Simeone ed Enrico Forte, così come Legambiente, Fare Verde, Confcommercio Lazio Sud, Sindacato Italiano Balneari e singoli operatori turistici.

“L’auspicio – sottolinea Salvatore De Meo – che a fronte di tale levata di scudi la Regione Lazio si svegli dal torpore, si avveda delle incongruenze e illegittimità del proprio procedimento e presti finalmente ascolto alle ragioni del nostro territorio”.

SHARE