Festa dell’albero: iniziative a Latina, Sezze e Terracina contro il consumo di suolo

Il 20 e 21 novembre si celebrerà la Festa dell’Albero e tema di quest’anno sarà il consumo di suolo. Per l’occasione saranno coinvolti 2000 studenti e circa 100 piante, tra giovani alberi ed arbusti, verranno messe a dimora nei parchi, nei giardini delle scuole e nelle zone degradate delle città di Latina e provincia.

Alcuni alberi sono messi a disposizione dalle scuole stesse, ma la maggior parte sono stati donati dal Vivaio Forestale di Sabaudia dell’Ufficio per la Biodiversità di Fogliano, che ricopre un ruolo di grandissima importanza a livello territoriale per la conservazione delle specie arboree autoctone.

Vista la risposta positiva da parte delle scuole di Latina e Sezze, il Circolo Arcobaleno Pontino di Legambiente Volontariato, sarà impegnato in attività legate all’ambiente almeno fino al 28 novembre.

A Latina le Scuole che hanno aderito all’iniziativa sono: Via Quarto, Frezzotti-Corradini, Giuliano, Volta, Scuola Infanzia Madonna di Fatima di Borgo San Michele.

A Sezze si occuperanno delle piantumazioni gli studenti della Scuola Valerio Flacco, dell’asilo nido il Trenino dei Piccoli e del plesso di Piaggemarine a curare le piantumazioni.

Il 19 novembre verrà effettuata una piantumazione presso il parco S. Marco di Latina a cui potranno partecipare tutti i cittadini.

Domenica 20 novembre anche a Terracina si celebra la Festa dell’albero presso il Parco del Montuno: dalle 9.30 alle 13.30 si svolgeranno numerose iniziative volte alla valorizzazione del territorio e dell’ambiente, a cui sono invitati a partecipare le scuole, le famiglie e la cittadinanza.

L’iniziativa è organizzata dal Circolo Legambiente Pisco Montano di Terracina, con il patrocinio del Comune di Terracina, con il supporto del Gestore del Verde Pubblico Verdidea srl e con la straordinaria partecipazione del Circolo Legambiente di Fiuggi “Wolf”, sintomatica dell’importanza della cooperazione tra i due Circoli ai fini della creazione di una squadra di Guardie Volontarie Ambientali a difesa del Parco e del territorio.

Durante la manifestazione, dedicata alla memoria del Prof. Emilio Selvaggi, storico e fervente ambientalista terracinese, tra i numerosi eventi in programma, verranno infatti anche piantati alberi di Mirto, Ulivo e Oleandro donati dal Circolo Locale e un Abete donato dal Circolo Legambiente di Fiuggi.

La scelta del Parco come luogo dove celebrare la Festa dell’Albero, non è casuale, ma simbolica. Infatti la manifestazione è volta anche a dare nuova vita al Parco, che riapre per l’occasione dopo decenni di abbandono, a seguito della pulizia frutto della campagna di ottobre Puliamo il mondo e grazie ai numerosi interventi di bonifica da parte del Circolo, documentati nella mostra #primaedopoalparcomontuno, attraverso gli occhi del cigno Verde Piscano, frutto della creatività di Riccardo Benvenuti, famoso cartoonist di Terracina.

I cittadini avranno la possibilità di visionare la mostra nella mattinata e chi lo desidera potrà “abbracciare” gli alberi lasciando un pensiero che vi verrà apposto accanto: gli alberi così coccolati saranno immortalati da alcune fotografie in ricordo dell’evento che Legambiente riunirà sotto gli hashtag #abbraccialo #festadellalbero.

Infine i visitatori se lo desiderano potranno contribuire attivamente con un gesto concreto, firmando on line la petizione “Salva il suolo”, un bene essenziale alla vita tanto quanto l’acqua e l’aria.

La petizione nasce dalla volontà di 400 associazioni tra cui Legambiente, che insieme ai cittadini si sono mobilitati per sopperire alla mancanza di una legge Europea a tutela del suolo, e soprattutto dall’urgenza di dati sconcertanti: 1000 km quadrati di suolo vengono ogni anno sostituiti con il cemento, senza tenere conto dell’importanza che il suolo ricopre non solo a livello ambientale, ma anche nella regolazione dei cambiamenti climatici e nella tutela della biodiversità.

La festa dell’albero continuerà anche il 21 Novembre all’interno dei giardini della Scuola primaria e dell’infanzia “Giancarlo Manzi”: verranno piantati due alberi di melograno donati dal Circolo, che affida ai bambini il ruolo di “angeli custodi” del Parco, sancendo un gemellaggio simbolico tra la Scuola e il parco stesso.

SHARE