faStyle.it, la startup made in Latina sbarca a Londra: così attiriamo investitori stranieri per operare sul mercato italiano

di Redazione – Alessio Viola, Antonio Fabrizio, Daniele Palombo, Christian Rimondi e Tatiana Giraldo sono gli ideatori di faStyle.it, la prima piattaforma dedicata al mondo della bellezza totalmente made in Italy, anzi made in Latina. La piattaforma nasce nel novembre 2014 e ha registrato, in soi cinque mesi, 29.960 prenotazioni per conto di 3.100 clienti che hanno interessato 180 saloni dal nord al sud dell’Italia, generando un controvalore in trattamenti di bellezza prenotati pari a 689.000 euro con un trend di crescita su base mensile del 110%.

 fastyle1Numeri importanti che hanno portato i cinque pontini ad aprire una loro sede in Gran Bretagna, presso il London Google Campus per presentarsi ai finanziatori di tutto il mondo, anche se poi continuerà a operare al 100% sul mercato italiano grazie a idee nate e sviluppate da ragazzi tutti di Latina.

“La scelta di avere il team di sviluppo in Italia e la sede di rappresentanza a Londra – ha detto Antonio Fabrizio -. ci sta permettendo di porre il nostro progetto all’attenzione di ventur capital stranieri. L’industria italiana della bellezza sta diventando sempre più appetibile a livello mondiale, ma il vantaggio di faStyle.it rispetto ad altri competitor, è che noi giochiamo in casa. Dal punto di vista economico, però, necessitiamo di investimenti che ad oggi solo da forze estere possono giungere, nonostante il grande sostegno delle istituzioni italiane che stiamo ricevendo, le quali ci stanno offrendo tutto il supporto necessario per fare in modo che faStyle.it possa prima radicarsi sull’intero territorio nazionale, e poi lanciarsi verso il processo di internazionalizzazione. Da qui la scelta di aprire il quartier generale a Londra presso il London Google Campus nell’area tech della capitale inglese. Una scelta puramente strategica, dato che solo nel corso del 2014 sono state finanziate startup in Inghilterra per un totale di 1,4 miliardi di dollari, delle quali il 64% solo a Londra (fonte The Finanzial Times 30/12/214) che ci consente di catturare l’attenzione portando capitali freschi su progetti che ad oggi interessano al 100% il mercato italiano, come è per faStyle.it”.

SHARE