Enada Roma, successo per la fiera del gioco. Il settore in Italia muove più di 88 miliardi di euro l’anno

enada_roma_fiera_gioco
Enada alla Fiera di Roma

Si è conclusa da poco la 44esima edizione della manifestazione Enada, Mostra Internazionale degli Apparecchi da Intrattenimento e da Gioco di SAPAR, punto di riferimento di un settore sempre in cerca di nuove soluzioni per migliorare l’esperienza di gioco.

Le società moderne investono sempre maggiormente nelle migliorie di questo tipo. Un esempio fra tutti è lo sviluppo delle grafiche 3D, utilizzate nelle app e nei siti di gioco come Casino.com, o anche realtà virtuali nell’intrattenimento in generale.

Quella del gioco è un’industria vera e propria che associa oltre 9mila imprese, presenti all’Enada Roma, che vanno dai costruttori di macchine da intrattenimento, ai gestori delle stesse (categoria numericamente più rilevante: circa 5.200), dai concessionari di sale gioco e Bingo, agli ippodromi.

Solo per dare un’idea dell’importanza del comparto, in tutta Italia sono presenti complessivamente 539.158 apparecchi per giochi automatici e da intrattenimento distribuiti in oltre 95mila esercizi. Gli addetti al settore sono oltre 120mila di cui circa 20mila dipendenti dei concessionari e dei produttori di apparecchi. Inoltre nel 2015 la raccolta complessiva da giochi è stata di 88 miliardi 249 milioni, inclusa la quota per scommesse a distanza e online pari a 17 miliardi e 24 milioni.

La manifestazione, che si è svolta dal 4 al 6 ottobre alla Fiera di Roma, è andata oltre le aspettative con un’affluenza continua di visitatori e la soddisfazione degli espositori. La visita del sottosegretario Pier Paolo Baretta, poi, è stata la conferma dell’importanza di un comparto che punta a rilanciarsi anche con una legge di stabilità equa e che rispecchi i principi della costituzionalità.

Tra i momenti di approfondimento di grande interesse è stato il convegno sul tema “Dalla stabilità all’instabilità del settore giochi: i numeri del comparto degli apparecchi da intrattenimento alla luce delle normative regionali e il fenomeno gap”, con gli interventi di Ornella De Rosa, ordinario all’Università di Salerno e direttore dell´Osservatorio Internazionale sul Gioco; Sabrina Molinaro, responsabile Sezione Epidemiologia e Ricerca sui Servizi Sanitari IFC CNR; Carlo Cuomo, responsabile Didattico dello IUDAV (Istituto Universitario Digitale Animazione e Videogiochi) e Anna Alfano, autrice del libro Ludus in Fabula. Alla tavola rotonda, moderata dal giornalista RAI Paolo Di Giannantonio, ha assistito anche l’onorevole Bruno Tabacci, membro della Commissione Bilancio e Tesoro.

Nei tre giorni si sono susseguiti eventi come la settima edizione del Torneo Internazionale di Flipper Sportivo, organizzato da Ifpa Italia, valido per il ranking internazionale del Wppr (World Pinball Player Rankings) con la partecipazione straordinaria del Campione Daniele Acciari, detentore di 4 titoli mondiali.

La prossima edizione è già in preparazione e si terrà dal 15 al 17 marzo 2017 nel quartiere fieristico di Rimini.

SHARE