Elezioni Provinciali, Cusani ricorre al Tar: basta ritardi: sia fissata la data del voto

Provincia di Latina
Provincia di Latina

Armando Cusani vuole che si torni a votare e in fretta per le elezioni provinciali, e per questo insieme ai consiglieri di maggioranza di Sperlonga ha presentato ricorso al TAR. L’ex Presidente della Provincia chiede al Tribunale Amministrativo Regionale che sia fissata la data del voto per il rinnovo del Consiglio di Via Costa, senza ulteriori ritardi.

Il Consiglio provinciale infatti è stato eletto il 12 ottobre 2014, doveva durare 2 anni ed è dunque scaduto il 13 ottobre 2016. La legge Delrio che ha riformato le Province, impone l’obbligo di rinnovo biennale dell’organo consiliare (eletto dai Sindaci e dai Consiglieri comunali della Provincia) e, dice Cusani, “Tale legge ha espressamente abrogato la possibilità, in precedenza esistente, dello slittamento della data delle elezioni.

“Il mancato tempestivo rinnovo del consiglio provinciale, ormai scaduto, – ha dichiarato il Sindaco di Sperlonga – ha già determinato la durata in carica di un Consiglio oltre i due anni previsti dalla legge. Del resto l’incertezza della data delle elezioni potrebbe comportare persino variazioni del corpo elettorale chiamato ad esercitare l’elettorato attivo e passivo. Inoltre, se dovesse accreditarsi una tale prassi contraria alla legge, si verrebbe a creare un costante sfasamento tra elezioni del consiglio ed elezioni del presidente della Provincia, con riflessi in ordine al buon andamento dell’amministrazione provinciale”.

“Il Consiglio provinciale di Latina – conclude Cusani – deve essere tempestivamente rinnovato, a tutela degli interessi di tutta la comunità della provincia di Latina, per poter assolvere con pienezza di funzioni e rappresentatività a tutti i compiti che gli sono demandati dalla legge e dallo Statuto”.

Già in precedenza Cusani aveva sollecitato Eleonora Della Penna a fissare le elezioni. Ma dalla Provincia era arrivata una nota secondo cui in base a quanto stabilito dall’Unione Delle Province Italiane, la data del voto può essere fissata entro 90 giorni dalla scadenza del mandato dei Consiglieri. Quindi c’è tempo fino a gennaio.

SHARE