Economia nel Lazio, segnali positivi dalle analisi di Banca d’Italia

Presentazione dati economia lazio

Un incontro per riflettere sull’andamento dell’economia nella regione, di questo si è parlato ieri nella sala dell’infermeria dell’Abbazia di Fossanova, in occasione della presentazione del rapporto congiunturale dell’economia del Lazio predisposto dalla Banca d’Italia. L’iniziativa è stata organizzata con la Prefettura di Latina. Erano presenti il Sottosegretario di Stato alla Presidenza del Consiglio dei Ministri, On. Maria Teresa Amici, il Comandante Interregionale dell’Italia centrale della Guardia di Finanza, Gen. Bruno Buratti, il Presidente della Provincia di Latina, il Direttore della Sede di Roma della Banca d’Italia, i Vertici militari, civili e religiosi della Provincia, rappresentanti del mondo imprenditoriale, finanziario ed accademico.

Il Presidente di Unindustria Giorgio Klinger, Il professore Bernardino Quattrociocchi e il professore Carmelo Bruni hanno approfondito i dati emersi dall’analisi di Bankitalia. I relatori hanno convenuto che nel 2016 è proseguita la moderata espansione dell’economia regionale, anche se gli investimenti sono rimasti deboli. Per quanto riguarda il mercato del lavoro, si registrano segnali positivi dal punto di vista occupazionale, e il trend dovrebbe proseguire anche per i prossimi mesi. Sono diminuite le ore di cassaintegrazione.

Anche l’industria sta vivendo una fase espansiva mentre continua il momento difficile per le aziende minori. Anche l’edilizia sembra uscire dalla recessione, aumentano le compravendite di immobili e calano i prezzi. Bene anche il comparto dei servizi anche se calano i flussi turistici. Tutto questo ha avuto un effetto anche sul mercato del credito.

L’iniziativa si inserisce nel quadro delle attività promosse dalla Prefettura volte a rafforzare i rapporti di collaborazione tra Istituzioni, mondo imprenditoriale ed economico nell’affermazione dei principi di legalità e trasparenza.

SHARE